In Evidenza

Med in Food: a Vittoria eccellenze agroalimentari in vetrina, e il “Marconi” promuove il pesce azzurro

Gli studenti delle quarte classi sono stati protagonisti del workshop “Il pesce azzurro e i prodotti tipici nella dieta mediterranea”, concluso dallo show cooking dello chef Riccardo Cilia e organizzato in collaborazione con Logos

(20 maggio 2019)

Ci sono anche gli studenti tra i protagonisti di Med in Food, la rassegna dedicata alle eccellenze enogastronomiche e agroalimentari siciliane che chiuderà i battenti stasera a Vittoria dopo un fine settimana di grandi nomi. 86 gli stand dell’area espositiva e ben 70 le aziende protagoniste di questa terza edizione, che ha concesso ampi spazi pure alle scuole con la presenza degli istituti Alberghiero e Agrario di Vittoria. Gli studenti delle quarte classi del Marconi sabato sono stati i protagonisti del workshop da loro organizzato “Il pesce azzurro e i prodotti tipici nella dieta mediterranea come volano dello sviluppo turistico e socio culturale del territorio degli iblei”, nell’ambito del progetto “Il pesce azzurro e I prodotti tipici degli Iblei nella dieta mediterranea”. Un momento che ha permesso loro di esaltare il pesce azzurro e gli ingredienti locali e che si è concluso con lo show cooking dello chef Riccardo Cilia.

Il progetto, presentato dall’istituto statale Marconi di Vittoria in collaborazione con Logos Società Cooperativa, è stato finanziato dal dipartimento dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea, nell’ambito della misura 5.68 del bando Po Feamp. In particolare l’obiettivo è quello di disseminare la cultura del mangiar sano legata alle tradizioni locali mettendo in evidenza i prodotti ittici come il pesce azzurro, considerato un cibo “povero” ma dalle straordinarie qualità nutrizionali e di gusto. Hanno preso parte al workshop la dottoressa Francesca Cerami, segretario dell’IdiMed (istituto per la Promozione e la Valorizzazione della Dieta del Mediterraneo), il dottor Salvatore Cataldi, dirigente dell’ufficio territoriale dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea e il dirigente scolastico dell’istituto Marconi Giorgio La Rocca.

“La dieta mediterranea – ha detto la dottoressa Francesca Cerami (IdiMed) rappresenta un vero e proprio modello di sviluppo sostenibile. E’ stata promossa, nel 2010, patrimonio immateriale dell’umanità e da quel momento abbiamo lanciato una serie di attività per fare sistema tra il settore ittico, agroalimentare e gli operatori che si occupano della trasformazione e che portano in tavola cibo buono e sano. La Sicilia – prosegue la dottoressa Cerami – è terra di mare e il pesce azzurro, con le sue proprietà nutrizionali, consente di crescere in salute e invecchiare con successo. Ancora, però, si consuma poco pesce e per questa ragione è importante un percorso educazionale, come quello che stiamo svolgendo, che è rivolto agli studenti ma anche alla comunità. E’ importante che gli operatori del domani possano rendersi conto di portare in tavola non solo salute ma, anche, la storia del territorio”.

Il dirigente scolastico, dottor Giorgio La Rocca, ha evidenziato “una crescita visibile da parte di tutti gli studenti interessati dalle azioni del progetto. Un progetto – ha proseguito il dirigente – ben accolto dai ragazzi e per il quale la nostra segreteria amministrativa ha lavorato senza sosta. I risultati migliori del progetto li avremo a livello didattico: abbiamo seminari con esperti del settore e diversi laboratori a cura dei docenti che vedranno I ragazzi impegnati sino all’otto giugno con la realizzazione di una serie di prodotti con il pesce azzuro. Un alimento importante dal punto di vista della salute ma anche dal punto di vista culturale poiché la nostra civiltà mediterranea ha base nella cultura della pesca”.

Il dottor Lorenzo Tomasi, in rappresentanza di Logos, ha portato i saluti del presidente Rosario Alescio e ha illustrato le svariate attività che vedranno impegnati gli alunni dell’istituto Marconi, snocciolando i diversi appuntamenti di un calendario fittissimo che prevede workshop, seminari, laboratori, attività ludico – ricreative e un evento finale che vedrà gli alunni impegnati il prossimo 8 giugno a conclusione del progetto: “In totale avremo realizzato 5 laboratori, 1 workshop, 2 show cooking, 4 seminari e 1 grande evento finale con la presentazione di un ricettario dal titolo “Dieta mediterranra: il pesce azzurro preparato con i prodotti tipici iblei” redatto a cura dei ragazzi dell’istituto Marconi. Una serie di attività previste dal progetto e che saranno di alta valenza formativa per i ragazzi”.

Ha tirato le somme dell’intensa giornata il dottor Salvatore Cataldi, dirigente dell’ufficio territoriale dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea: “Un incontro positivo dove I ragazzi hanno ascoltato illustri relatori e poi si sono cimentati nella elaborazione di un piatto che ha esaltato il pesce azzurro in abbinamento a prodotto locali. Il dipartimento della pesca mediterranea non può che essere orgoglioso e fiero di aver portato questi fondi in Sicilia e, grazie alla misura 5.69, si è potuto esaltare il pescato siciliano. Una grande occasione per gli studenti dell’istituto Marconi, che ha aderito al progetto, per entrare in contatto con I prodotti tipici della nostra marineria e con la filiera di lavorazione e di valorizzazione del pescato”.

Oggi, ultimo giorno di kermesse vittoriese, si chiude con il seminario sul tema “Educazione alimentare: le proprietà del pesce azzurro” tenuto dalla nutrizionista Anna Roccaro nella sala convegni del polo fieristico di Vittoria. “Il pesce azzurro è ricco di omega 3 e importanti acidi grassi polinsaturi – ha spiegato la dottoressa Roccaro agli studenti – e interviene positivamente sulle patologie cardiovascolari. E’ ricco anche di vitamina A e D, importanti per l’osteoporosi, e di molti sali minerali, come potassio, sodio, magnesio e fosforo che è l’energizzante del nostro cervello. La dieta mediterranea ci consente di abbinare al pesce diversi alimenti: ortaggi, verdura e frutta, tutti ricchi di vitamine e sali minerali, nonché di fibre. Elementi importanti per prevenire l’insorgenza di patologie vascolari e diabetiche in quanto le fibre permettono un assordimento del glucosio più lento. Il pesce azzurro è un tesoro che spesso non sappiamo di avere. Con la sua assunzione si possono prevenire le maggiori patologie diffuse, ma è un toccasana anche per soggetti affetti da patologie”, ha concluso la nutrizionista, parlando alla platea di studenti dell’istituto Marconi.

Valentina Frasca

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close