Ialmo NewsNewsRagusaSicilia

Le moto storiche tornano a sfilare nel barocco, grazie al Veteran Car Club Ibleo

Il prossimo week end caschi ben allacciati, e si va anche a Ferla. Ecco il programma della tre giorni, attesi anche numerosi equipaggi maltesi

(18 maggio 2019)

La quindicesima edizione di “Motostoriche nel barocco ibleo” è pronta a decollare. La kermesse si terrà sabato 25 e domenica 26 maggio ed è promossa dal Veteran Car Club Ibleo. L’accoglienza ai partecipanti, molti provenienti anche da fuori Sicilia, tra cui una ventina di equipaggi maltesi, sarà garantita venerdì 24 maggio alle 18 all’hotel Poggio del Sole, sulla Sp 25 Ragusa mare. Alle 20 il trasferimento in autobus storico per una cena tipica iblea. Il giorno successivo, alle 8,30, gli equipaggi si raduneranno a Poggio del Sole per il via vero e proprio alla kermesse. Alle 9 la partenza con le moto storiche che transiteranno per Giubiliana, Ragusa, la frazione rurale di San Giacomo. Quindi saranno raggiunte le cittadine che sorgono sui Monti Iblei di Buscemi e Ferla. Alle 11 è prevista una visita culturale.

Alle 13 il pranzo presso un agriturismo della zona. Alle 16 il gruppo partirà per dirigersi verso Buccheri, quindi transito per Monterosso, Giarratana, il passaggio a Ragusa Ibla e il rientro in hotel dove si terrà la cena. Domenica 26 maggio, alle 9,30 è in programma la partenza per Santa Croce da dove poi si raggiungerà Punta Secca e qui sarà possibile ammirare la casa di Montalbano. Quindi, ci si sposterà lungo Marina di Ragusa e si sosterà al porto turistico. La partenza da questo luogo è prevista verso mezzogiorno mentre alle 13 si terrà il pranzo al ristorante Corte di bacco dove sarà effettuata la premiazione. Alle 15,30 il rientro in hotel, i saluti e il commiato. Sono ammessi un massimo di settanta motocicli in possesso di certificato di identità Asi, costruiti entro il 1970, in regola con il Codice della strada. E’ obbligatorio l’uso del casco di protezione omologato secondo le leggi in vigore. L’iniziativa è stata avviata in collaborazione con i Comuni di Ragusa e Ferla oltre che con il comando provinciale dell’Arma dei carabinieri.

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close