In EvidenzaSicilia

Vota Saturnino! I clown dottori di “Ci ridiamo su” hanno bisogno di voi

Portare la clownterapia anche tra gli adulti, nel Day Hospital oncologico dell'ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla, è l'obiettivo del progetto, ma per vincere c'è bisogno del voto on line fino al 7 maggio

(5 aprile 2019)

Portare la clownterapia anche tra gli adulti, nel Day Hospital oncologico dell’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla. E’ l’obiettivo dell’associazione “Ci ridiamo su” che, per il secondo anno consecutivo, punta sul progetto Saturnino e chiede a tutti di sostenerlo, attraverso la votazione on line. Saturnino è stato approvato, tra quelli candidati per un consistente contributo, all’interno del progetto di Aviva Community Fund. Le votazioni sono iniziate il 3 aprile e andranno avanti fino alle ore 18 del 7 maggio sul sito www.avivacommunityfund.it, previa registrazione, e andando nella sezione “Salute”.

Ognuno ha a disposizione 10 voti e i 21 progetti più votati (7 per ognuna delle 3 categorie) accederanno alla fase finale, dove una giuria imparziale decreterà i 10 vincitori delle donazioni. Al progetto vincente andrà un premio di 20mila euro, 10mila al secondo classificato. Sono pochissime le associazioni che, in Italia, “curano” gli adulti negli ospedali con la clownterapia. Due anni fa “Ci ridiamo su” ha vinto col progetto destinato alla pediatria dell’OMPA, e sempre dal 2017 porta la comicoterapia nei DH oncologici.

Il progetto Saturnino, che comunque è già attivo, è rivolto a chi è alle prese con una malattia oncologica e ha fame di emozioni positive, durante le lunghe ore di degenza, in cui, oltre al disagio, si vive una noia che rafforza i pensieri negativi. Un paziente oncologico in fase acuta è, prima di tutto, una persona ed è alla sua parte fanciulla che il Clown Dottore parla, non al paziente ammalato, per attivare quell’energia vitale (fatta di gioco, sogno, fantasia, relazioni) che è ancora in lui e che può essere molto utile al miglioramento.

Il progetto è articolato in tre fasi:

1. Fase preliminare: a) incontri con la direzione ASP, il reparto e lo staff, al fine di presentare il lavoro che verrà svolto; b) una conferenza stampa e un Convegno ECM di apertura con esponenti e ricercatori internazionali in materia gelotologica coinvolgendo l’ordine dei medici e la realtà socio-sanitaria provinciale.

2. Fase operativa: a) due interventi settimanali mattutini concordati col reparto ospedaliero, per undici mesi b) organizzazione di performances, eventi, spettacoli comici in occasione di festività; c) costante autovalutazione del progetto e supervisione psicoterapica degli operatori; d) valutazione del progetto.

3. Fase conclusiva: Convegno ECM e Conferenza stampa finale L’attività si terrà all’interno della struttura e verrà condotta contemporaneamente da 2/3 Clown Dottori (in base alle esigenze) formati con esperienze professionali in ambito socio-sanitario e teatrale.

Valentina Frasca

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button