In Evidenza

Tasse e tributi locali: si acuisce lo scontro Comune – M5S a Siracusa

Sul tema torna ora il gruppo consiliare del Movimento che ha proposto di autorizzare la rottamazione di multe e tasse locali, come previsto dal Decreto Crescita, per alleggerire la pressione fiscale sui cittadini

(22 maggio 2019)

Aumenti incontrastati del Comune di Siracusa sui tributi locali: la telenovela (e relativo scontro) tra Movimento 5 Stelle ed Amministrazione comunale non si ferma, ma anzi sembra ravvivarsi su più fronti. Diverse le prese di posizione dei pentastellati, che, dai rappresentanti della deputazione nazionale, Ficara e Scerra, e regionale con Zito, fino ai consiglieri comunali, chiedono spiegazioni all’amministrazione cittadina su decisioni, bilancio compreso, che andrebbero ad incidere pesantemente ed ancora una volta sulle tasche dei siracusani. Come si ricorderà, sulla questione dell’approvazione del bilancio 2018 i rappresentanti del M5S Roberto Trigilio, Silvia Russoniello, Chiara Ficara e Francesco Burgio, avevano annunciato la loro volontà di votare no, addirittura avanzando l’ipotesi di presentare una mozione di sfiducia nei confronti dell’Assessore al Bilancio Nicola Lo Iacono. Provocazione che, in un botta e risposta, lo stesso Lo Iacono aveva rimandato al mittente, accusando i pentastellati di fare solo propaganda elettorale e di aver fatto perdere all’amministrazione la possibilità di utilizzare i fondi del Bando Periferie.

Sempre sulla questione dell’aumento dei tributi l’affondo dei pentastellati all’assessore al Bilancio era arrivato anche da Stefano Zito, Paolo Ficara e Filippo Scerra, i quali criticavano le scelte dell’Amministrazione da cui non si sarebbe intravista una vera operazione di contenimento della spesa, a fronte dei grandi sacrifici richiesti ai cittadini. Critiche a cui l’assessore Lo Iacono ha risposto a stretto giro di posta, proponendo la convocazione di un tavolo tecnico per approfondire quanto esposto da Ficara, Scerra e Zito. Invito accolto dai pentastellati che, in una nota, si dicono favorevoli al confronto: “Accettiamo l’invito dell’assessore Nicola Lo Iacono. Ascolteremo le sue spiegazioni sullo schema di bilancio predisposto ed i relativi aumenti e crediamo che lui ascolterà noi sulle proposte di modifica che i consiglieri del M5S porteranno in aula, per evitare che a pagare la mancanza di prospettiva di chi gestisce ed ha gestito la cosa pubblica siano i cittadini onesti e le categorie produttive sane di Siracusa”.

Sul tema tributi locali, tasse e pagamenti è tornato ora anche il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che, con una proposta di delibera urgente, indirizzata all’Ufficio di presidenza del Consiglio comunale di Siracusa, e una mozione inviata all’assessore Nicola Lo Iacono, ha proposto di autorizzare la rottamazione di multe e tasse locali, come previsto dal Decreto Crescita, affinché l’amministrazione comunale alleggerisca la pressione fiscale sui siracusani, adottando uno specifico regolamento. “L’articolo 15 del Decreto Crescita, dal titolo ‘Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali’ – spiega Roberto Trigilio consigliere proponente delle due iniziative firmate anche da Silvia Russoniello, Chiara Ficara e Francesco Burgio apre a questa possibilità al fine di sanare vecchi debiti tributari per le cartelle notificate dal 2000 al 2017, esonerando i cittadini che aderiscono dal pagamento di sanzioni e interessi. La nostra richiesta – spiega Trigilio – è stata trasmessa al Dirigente del Settore che sta predisponendo la delibera con il parere tecnico e quello contabile per sottoporlo al Consiglio, nel frattempo stiamo lavorando per predisporre una bozza di regolamento e sono fiducioso che una volta sottoposta al Civico consesso sia approvata in tempi brevi.

Sempre a proposito di aumenti delle tariffe, avete presentato anche un’altra richiesta al Comune che riguarda stavolta la tutela del diritto allo sport?

Si, abbiamo chiesto la revoca dell’aumento della tariffa per l’utilizzo del Campo Scuola “Pippo Di Natale” che il Comune aveva stabilita con delibera del 2 maggio. Un rincaro che giudichiamo assolutamente ingiustificato a fronte di un servizio che non è sicuramente dei migliori. Da sempre conosciamo le condizioni disastrose del campo utilizzato dalla società di Rugby Sirako che si allena in condizioni estreme, e ricordiamo che quell’impianto viene utilizzato anche da gente che pratica sport perché ha l’obbligo per motivi di salute e si trova con ridotte funzionalità psicomotorie, non si possono equiparare con gli atleti che praticano lo sport per scelta. Speriamo che il Consiglio voti favorevolmente anche questa nostra proposta.

Nadia Germano Bramante

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close