Ialmo NewsNewsSicilia

Piano parcheggi: via libera ai progetti per tredici città siciliane

Tra i progetti approvati: il parcheggio in piazza Risorgimento a Caltagirone, uno nell'area privata Ferrovie dello Stato ad Acireale e per l'area nord di via Municipio a Misterbianco; a Marina di Ragusa in piazza Vincenzo Rabito e a Siracusa sarà completato quello di Mazzanti

(9 agosto 2019)

Oltre cinque milioni di euro per costruire nuovi e moderni parcheggi in tredici città siciliane. L’assessorato regionale alle Infrastrutture ha dato il via libera ai progetti che riguardano i Comuni di Caltagirone, Misterbianco, Acireale (Ct), Trapani e Marsala, Bagheria e Partinico (Pa), CanicattìFavara, LicataAgrigentoRagusaSiracusa. Le opere rientrano nella tranche del Piano Parcheggi messo in campo dal Governo Musumeci a supporto delle città al di sopra dei 30mila abitanti. La dotazione originaria della linea d’intervento ammonta, nel complesso, a dodici milioni di euro e nei prossimi mesi la graduatoria dei progetti finanziati verrà ulteriormente ampliata. “Il Governo Musumeci – ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone – ha voluto imprimere una decisa svolta a un iter che si prolungava da tempo. Sblocchiamo degli investimenti infrastrutturali di notevole impatto nelle principali città dell’Isola, convinti che una migliore organizzazione della mobilità urbana possa accrescere la qualità della vita dei siciliani, la vivibilità dei centri, ma anche diventare elemento di sviluppo facilitando gli spostamenti delle persone”.
In particolare, in provincia di Catania sono stati approvati i progetti per piazza Risorgimento a Caltagirone, per il parcheggio scambiatore in area privata Ferrovie dello Stato ad Acireale e per l’area nord di via Municipio a Misterbianco. A Siracusa verrà completato il parcheggio Mazzanti. A Marina di Ragusa, come vi avevamo anticipato ieri, sono stati stanziati quasi 600mila euro per un parcheggio in piazza Vincenzo Rabito (ex piazza Padre Pio).
Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close