In Evidenza

A Vittoria batte forte il cuore della produzione ortofrutticola, con Red Fruit e i suoi pomodori di qualità

Noi di Ialmo abbiamo incontrato Giusy Cavallaro, responsabile commerciale di Red Fruit, un'azienda in costante crescita che produce e commercializza prodotti ortofrutticoli

(4 novembre 2019)

Passione per la propria terra e per i prodotti che se ne ricavano: così si può brevemente riassumere la storia che vi raccontiamo oggi. Una storia familiare contraddistinta dal colore “rosso”: rosso come l’amore, come la passione, rosso come uno dei prodotti tipici della produzione agricola siciliana ed italiana: il pomodoro. Noi di Ialmo siamo stati a Vittoria e abbiamo incontrato Giusy Cavallaro, responsabile commerciale della Red Fruit, azienda di produzione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli.

Giusy, com’è nata la vostra azienda?

La storia di Red Fruit si intreccia con quella della famiglia Terranova. Siamo partiti nel 2012 come piccola azienda a conduzione familiare, a Vittoria, nel cuore della produzione ortofrutticola siciliana. La nostra mission, fin dall’esordio, è stata sempre quella di preservare la freschezza di frutta e verdura, grazie al rispetto di tutte le procedure e all’utilizzo di tecnologie innovative. L’azienda è altamente dinamica, grazie anche alla struttura che permette di far operare fino a 100 unità lavorative e di agevolare il carico e scarico merci grazie alle diverse postazioni, allo spazio esterno e alla moltitudine di mezzi.

Come si è diversificata la vostra produzione negli anni?

Negli anni ci siamo specializzati nella produzione di pomodoro a grappolo, ciliegino, piccadilly, e datterino, di elevata qualità, investendo sull’ampliamento e innovazione dell’azienda agricola e costruendo nuovi impianti serricoli. Alle nostre produzioni aggiungiamo quelle dei nostri produttori associati che conferiscono all’azienda prodotti scelti e selezionati sin dalla semina rispettando gli standard qualitativi e garantendo ai nostri clienti una produzione attiva 12 mesi l’anno. Al centro delle nostre attività c’è la sperimentazione di colture interessanti da proporre al settore, tra queste vi sono le varietà di peperoncino dolce e piccante: l’habanero, varietà orange, chocolate, e red carribean. Questi peperoncini sono tra i più piccanti al mondo secondo la scala Scoville. Su queste varietà abbiamo investito tanto, costruendo nuovi impianti serricoli dedicati.  

Si parla tante di certificazioni a garanzia della qualità, di cosa si tratta?

La nostra produzione si può vantare di essere qualitativamente sopra gli standard europei e con svariate certificazioni che lo comprovano. Tutti i nostri prodotti, che provengono dalle nostre produzioni dirette e da produzioni selezionate tra le migliori presenti sul mercato, sono sottoposti ad un accurato sistema di controllo garantito dalle certificazioni GlobalGAP, GRASP e IFS food. Si tratta di certificazioni altamente professionali, rispetto a comune HCCP. Inoltre, all’interno dell’azienda ci avvaliamo della consulenza di tecnici agronomi altamente specializzati nel settore della produzione agricola integrata. Il tutto per arrivare ad un prodotto finito con una filiera controllata nel massimo rispetto delle normative vigenti, prospettandoci, con tali requisiti, verso la fornitura alla GDO. Tutte le spedizioni, poi, vengono effettuate su mezzi a temperatura controllata e nel rispetto di tutte le normative sul trasporto e sull’igiene dei prodotti.

E a proposito di spedizioni, verso quali mercati sono destinati i vostri pomodori?

I nostri clienti sono sparsi nei principali mercati italiani, in particolare al Nord Italia, in città come Verona, Milano e Padova. 

Un’azienda giovane ma già “grande”, com’è cambiata Red Fruit dal 2012 ad oggi?

Il nostro spirito imprenditoriale vivace e dinamico è il propulsore delle nostre continue ricerche in tema di diversificazione ortofrutticola. Nel giro di pochissimi anni, siamo diventati punto di riferimento nel settore degli ortaggi. Oggi continuiamo ad essere una realtà in continua crescita, abbiamo un magazzino di lavorazione e confezionamento di 1300 mq, che contiene capienti celle frigo per garantire l’ottima conservazione dei prodotti. La stagione scorsa abbiamo chiuso con un volume di 3.000 tonnellate di prodotti orticoli confezionati.

Claudia Trapani

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close