Ialmo NewsIn Evidenza

Sognate di diventare finanzieri? Ecco il concorso che fa per voi!

Il bando è del 4 dicembre scorso, le domande possono essere presentate fino al 4 gennaio. Saranno reclutati 10 tenenti in servizio permanente effettivo

(21 dicembre 2018)

Sognate di entrare nella Guardia di Finanza? Allora leggete bene questo articolo. Il 4 dicembre scorso, infatti, è stato indetto un pubblico concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 10 tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della guardia di finanza per l’anno 2018.

Uno dei posti disponibili è riservato agli Ufficiali in ferma prefissata, con almeno diciotto mesi di servizio nel Corpo della guardia di finanza. Tale posto è assegnato alla specialità amministrazione. Gli altri nove sono ripartiti tra le seguenti specialità:

1 per amministrazione

1 per telematica

1 per infrastrutture

2 per sanità

1 per veterinaria

3 per psicologia

È possibile concorrere per una sola categoria di posti e una sola specialità. Lo svolgimento del concorso comprende una prova preliminare (test logico-matematici e culturali), una prova scritta di cultura tecnico-professionale, la valutazione dei titoli di merito, l’accertamento dell’idoneità psico-fisica e attitudinale, una prova orale e una prova facoltativa di una lingua straniera. Infine la visita medica di incorporamento.

Possono partecipare al concorso gli ufficiali in ferma prefissata in congedo, i militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri, e i cittadini italiani che:

– alla data del 1° gennaio 2018, non abbiano superato il giorno di compimento del trentacinquesimo anno di età e, quindi, siano nati in data non antecedente al 1° gennaio 1983;

– siano in possesso dei diritti civili e politici;

– non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla navigazione;

– non siano imputati o condannati ovvero non abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;

– non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a tale status, ai sensi dell’articolo 636, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;

– non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia;

– siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.

La presentazione della domanda deve avvenire entro le ore 12 del 4 gennaio 2019 e dev’essere presentata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale concorsi.gdf.gov.it. I concorrenti, di conseguenza, devono prima registrarsi con un account di posta elettronica certificata (PEC).

Per il bando completo clicca qui

Valentina Frasca

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close