Ialmo NewsIn Evidenza

Scarico da sei mesi il defibrillatore del Palazzetto dello Sport, e alla fine ci pensa l’Avis

Corrado Lentini, dirigente della Val d’Ippari Basket, si è recato all’Avis di Vittoria per la propria donazione e ha raccontato tutto al presidente Giovanni Carbonaro, che si è attivato immediatamente

(21 dicembre 2018)

Dal mese di giugno il defibrillatore del Palazzetto dello Sport di Vittoria era scarico, non funzionante. Una situazione davvero grave, dato che all’interno della struttura vengono disputate molte gare e tante associazioni sfruttano questi locali per i loro allenamenti. Più volte era stata avanzata la segnalazione al Comune (dato che il palazzetto è di proprietà comunale), ma nessuno aveva provveduto a risolvere il problema. Fino alla settimana scorsa.

La svolta è arrivata quando, una mattina, Corrado Lentini, dirigente della Val d’Ippari Basket, si è recato all’Avis Comunale di Vittoria per la propria donazione e ha raccontato tutto al presidente Giovanni Carbonaro. Era stata proprio l’associazione dei donatori di sangue, infatti, a donare il defibrillatore al palazzetto e, alla semplice richiesta di cambiare le batterie, Carbonaro si è subito attivato per il ripristino e per farsi carico dei costi.

“Il Consiglio Direttivo dell’Avis di Vittoria, ben volentieri ha sposato la questione – si legge in una nota – deliberando l’acquisto dell’occorrente per il ripristino del defibrillatore in dotazione al Palazzetto dello Sport, affinché la struttura risulti “coperta” e pronta all’assistenza per l’esigenza del caso”.

“Ho provveduto ad ordinare la batteria e la coppia di piastre occorrenti per il buon funzionamento dello stesso – spiega Carbonaro – e appena arriveranno sarò ben lieto di risolvere questo problema. La nostra associazione non si occupa solo di raccolta di sangue, ma vuole sostenere i bisogni di salute dei cittadini, e promuovere l’informazione e l’educazione sanitaria della popolazione per lo sviluppo del volontariato e dell’associazionismo. Alcune volte, basta ascoltare e fare propria un’esigenza avvertita da altri per risolvere problemi che possono, a prima vista, sembrare insormontabili. Aspettiamo l’arrivo di quanto ordinato, poi tutti al Palazzetto dello Sport!”.

Valentina Frasca

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button