Ialmo NewsNewsRagusa

A Caltagirone si vuole prevenire il disagio giovanile: domani la riunione del tavolo tecnico

L’incontro è promosso dagli assessori Concetta Mancuso (vicesindaco con delega al Welfare) e Antonino Montemagno (Politiche giovanili), d’intesa col sindaco Gino Ioppolo

(20 gennaio 2020)

Fronteggiare il disagio giovanile, che anche a Caltagirone e nel suo territorio costituisce un grave fenomeno con cui, purtroppo, bisogna fare i conti. E’ l’obiettivo a cui lavora il tavolo tecnico che, costituitosi su iniziativa dell’Amministrazione comunale e formato dai rappresentanti di tutti gli enti e organismi a vario titolo competenti, dalla Diocesi, alla magistratura, alle forze dell’ordine, ai servizi sanitari, alle scuole, alle associazioni giovanili, tornerà a riunirsi martedì 21 gennaio, alle 11, nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del municipio. L’incontro è promosso dagli assessori Concetta Mancuso (vicesindaco con delega al Welfare) e Antonino Montemagno (Politiche giovanili), d’intesa col sindaco Gino Ioppolo. In programma l’inizio delle prime azioni: la raccolta dei dati su tossicodipendenze e alcoldipendenze, sui casi di bullismo, di videodipendenza, di suicidio e tentato suicidio; la mappatura delle diverse esperienze per conoscere più da vicino enti e associazioni che si occupano del disagio nella sue molteplici sfaccettature; una serie di attività di formazione che coinvolgano genitori, insegnanti e altri educatori; l’apertura di sportelli di supporto psicologico nelle scuole e anche di sportelli telematici, che riducano eventuali difficoltà d’approccio da parte dei ragazzi; laboratori vari; la creazione di un centro cittadino aggregativo, ma anche il potenziamento dei centri di accompagnamento educativo per i minori e degli oratori parrocchiali.

Capitolo a parte per il progetto “Ciak, si cresce” che, promosso dall’associazione “Viva la Vida” e adottato dal Comune, presta un’attenzione particolare alle problematiche del bullismo, del cyberbullismo, delle dipendenze e della sessualità, proponendo la realizzazione di cortometraggi che saranno successivamente premiati. A questo proposito giovedì 23 gennaio, alle 17,30, al liceo classico e linguistico “Secusio”, i docenti di quest’ultimo istituto e dell’istituto comprensivo “Piero Gobetti” si riuniranno con i rappresentanti dell’associazione per avviare l’iniziativa.

“La prevenzione e il contrasto del disagio giovanile nelle sue varie dimensioni (psicologica, sociale e scolastica) e comportamenti – il vicesindaco Mancuso – sono una priorità per questa Amministrazione, che è impegnata a sostenere, insieme alle altre istituzioni e all’intera società civile, i giovani nel delicato passaggio della loro crescita”. “Il lavoro di rete per affrontare con efficacia un fenomeno così complesso è indispensabile – sottolinea l’assessore Montemagno -, in modo da ottimizzare le risorse umane e materiali e superare la frammentarietà degli interventi, determinando così migliori risultati”.

Comunicato stampa

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close