Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

“Auguri a noi Infermieri”: ecco il video realizzato dal Nursind

Il video è stato realizzato in occasione della giornata internazionale degli infermieri

(12 maggio 2021 – giornata internazionale degli infermieri)

Il 12 maggio è la giornata internazionale degli infermieri, una ricorrenza che da un anno a questa parte ha assunto, sicuramente, un significato diverso, più profondo. Per gli infermieri è stato un anno molto difficile dove il senso di appartenenza ha prevalso sulla paura. Sono diversi gli operatori sanitari “caduti” sul campo e a due di loro, in provincia di Ragusa, è stata di recente intitolata una sala nella sede dell’Asp. Con lo slogan “Auguri a Noi Infermieri” il NurSind di Ragusa ha voluto ringraziare ed augurare una buona Giornata Internazionale dell’Infermiere a tutti gli operatori sanitari, presentando un video che raccoglie diversi interventi spontanei con protagonisti proprio coloro che ogni giorno combattono in prima linea: «Abbiamo voluto realizzare questo video che ritrae gli Infermieri, senza la solita divisa da lavoro, bensì in atteggiamenti di vita quotidiana, nelle loro case , nel loro tempo libero – spiega il segretario del Nursind Ragusa, Giuseppe Savastaper trasmettere il messaggio che dietro all’immagine professionale ed il ruolo che tutti noi ricopriamo, ci sono delle persone, dei volti comuni che fanno parte della nostra società».

Il video è stato realizzato con la speranza di creare e trasmettere un po’ di spensieratezza e di allegria sia tra i colleghi sia anche nella società. Serve anche questo, in momenti difficili, a portare un raggio di sole in giornate ancora purtroppo ricoperte da nuvole minacciose.

L’istituzione riconosciuta della figura dell’Infermiere è avvenuta grazie a Florence Nightingale nata il 12 maggio del 1820, considerata la fondatrice delle scienze infermieristiche moderne e una delle donne britanniche più influenti dell’Età Vittoriana. Grazie alla sua immensa forza di volontà ed ai successi in campo Infermieristico-Medico, divenne la principale propagandista per un miglioramento delle cure mediche negli ambulatori. Nel 1853 fu Sovrintendente all’Institute for the Care of Sick Gentlewomen di Londra. Nel 1854 Nightingale partì con 38 infermiere volontarie addestrate da lei per la Guerra in Crimea. Nonostante qualche resistenza da parte dei medici, le infermiere riorganizzarono l’assistenza, diminuendo la mortalità dei feriti nei campi di battaglia. Dopo il successo avuto Florence Nightingale istituì nel 1859 la Nightingale Training School presso il St. Thomas’ Hospital di Londra.

LEGGI ANCHE: Covid, infermieri allo stremo: “aiutateci ad aiutarvi”

RIMANI INFORMATO, SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button