Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

Vaccini, ai furbetti non spetta il richiamo. La decisione del Tar

Il Tar di Catania ha rigettato il ricorso dei "furbetti del vaccino"

Il  Tar di Catania ha rigettato il ricorso presentato contro l’assessorato alla Salute della Regione Siciliana da alcune persone alle quale era stata somministrata la prima dose del vaccino anti Covid-19 senza essere in lista ed averne titolo. A loro, quindi, non sarà eseguita la seconda inoculazione come deciso dalla Regione per “non premiare i ‘furbetti'”. Il provvedimento cautelare è stato emesso, in forma monocratica, dal presidente della quarta sezione del Tribunale amministrativo regionale. Molti dei ricorsi sono partiti da Ragusa dopo il caso Scicli del 6 gennaio scorso. Una sessantina si erano presentati al centro vaccinazioni per il richiamo, ma sono stati rispediti a casa, per questo hanno presentato ricorso.

L’udienza collegiale si terrà l’11 marzo prossimo. Il giudice sottolinea che non “risultano evidenze scientifiche di eventuali rischi derivanti dalla mancata somministrazione della seconda dose, se non quello della possibile inefficacia del vaccino, effetto che riporterebbe i ricorrenti alla situazione quo ante a quella determinata dall’aver avuto accesso alla prima dose, pur non avendone diritto”. Il giudice amministrativo, ritiene che non ci sia “alcuna evidenza scientifica che l’effetto della prima dose vaccinale possa perdurare nel tempo, tenuto conto anche che nelle informazioni relative all’utilizzo del farmaco pubblicate sul sito dell’Ema, addirittura in caso di sovradosaggio, e non sono state indicate reazioni avverse”.

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK…

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button