Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

Udienza biometano Pozzallo, parere della Soprintendenza rilasciato dopo l’autorizzazione

Sindaco Ammatuna: "il pronunciamento del Presidente Musumeci e dell’Assessore ai Beni Culturali è un atto dovuto"

(13 gennaio 2022 – Biometano Pozzallo)

Stamani, avanti al Tar Catania, si è tenuta l’udienza relativa al progetto di realizzazione di un
impianto di biometano, da parte della Società Agricola Biometano Ibleo a.r.l., in contrada
Bellamagna. Nel corso dell’udienza l’avvocato Corrado Giuliano, il legale incaricato dal Comune di Pozzallo, ha sostenuto la tesi dell’illegittimità del rilascio della concessione perché nel procedimento istruttorio manca il parere della Soprintendenza di Ragusa. Infatti il suddetto parere, richiesto dal Comune di Pozzallo, è stato rilasciato successivamente all’autorizzazione e quindi quest’ultima risulterebbe inficiata dalla mancanza dell’atto.

Inoltre il 20 dicembre 2021, sempre il Comune di Pozzallo, a proposto un ricorso gerarchico,
avverso il parere della Soprintendenza di Ragusa, all’Assessorato dei Beni Culturali dell’Identità
siciliana ed in data odierna quest’ultimo ha richiesto alla Soprintendenza di Ragusa le
controdeduzioni, unitamente ad ogni atto relativo al provvedimento impugnato, per decidere il
ricorso de quo sull’impianto di biometano. Sempre nel corso dell’udienza odierna al Tar, l’avvocato Giuliano ha sostenuto che non si può arrivare a sentenza senza il giudizio dell’Assessorato ai Beni Culturali. Infine, c’è ancora pendente un ricorso straordinario al Presidente della Regione, presentato dal Comune di Pozzallo nel dicembre 2019, che a tutt’oggi stranamente non ha avuto risposta. Il pronunciamento del Presidente Musumeci e dell’Assessore Regionale ai Beni Culturali non è solo opportuno, ma è un atto dovuto. Ognuno deve fare la sua parte, non ci si può esimere dal dare risposte che sono dovute.

“Il Comune di Pozzallo – afferma il sindaco Roberto Ammatunaha creato un fuoco di sbarramento su tutti i fronti, per proteggere la salute dei cittadini e per impedire uno scempio del territorio”.

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button