Ialmo NewsIn EvidenzaNewsSicilia

Sicilia, incentivi alle imprese composte in prevalenza da giovani e donne

Domande dal 19 maggio

(11 maggio 2021 – incentivi per imprese – Sicilia)

Incentivi per le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni, oppure da donne di tutte le età. Lo prevede il bando ON (Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero) di Invitalia, su iniziativa del ministero dello Sviluppo economico. Domande a partire dalle 12 del 19 maggio. Né da notizia Maurizio Villaggio responsabile per la provincia di Ragusa della segreteria particolare dell’europarlamentare Francesca Donato della Lega.

Non sono previste graduatorie: le domande vengono esaminate in base all’ordine di presentazione e fino a esaurimento fondi. Per beneficiare degli aiuti, tra gli altri requisiti, le imprese devono essere costituite da non più di 60 mesi (5 anni) dalla data di presentazione della domanda di agevolazione e la compagine societaria deve essere composta per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne. Anche le persone fisiche possono presentare domanda, con l’impegno di costituire la società dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Le imprese costituite da non più di 3 anni possono presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro, mentre quelle costituite da almeno 3 anni e da non più di 5 possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro. Sono ammissibili le iniziative che prevedono programmi di investimento nei settori:
– produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione di prodotti agricoli, inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale, intesa come produzione di beni che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative;
– fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone, ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale;
– commercio di beni e servizi;
– turismo, incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio
culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e
l’accoglienza.

LEGGI ANCHE: Sicilia, Cantieri regionali di lavoro: il compenso è di circa 900 euro al mese

RIMANI INFORMATO, SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button