Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

Chiusura Centro Vaccinale Scicli? Notizie false e tendenziose. Intervista a Raffaele Elia

Dalle simulazioni nei centri minori al lavoro dei Medici di Famiglia, il direttore sanitario dell'Asp snocciola i dati della campagna vaccinale

Il direttore sanitario dell’Asp Raffaele Elia sul Centro Vaccinale di Scicli: “nessuno vuole chiuderlo”

 

Il direttore sanitario dell’Asp di Ragusa, Raffaele Elia, risponde agli articoli degli ultimi giorni riguardo la possibile chiusura del centro vaccinale di Scicli: «Non è vero – dice- che dal 3 maggio non si prenderanno più prenotazioni per Scicli. Per quanto riguarda il punto vaccinale ospedaliero di Scicli, abbiamo la possibilità di vaccinare fino a 184 cittadini: 84 prime dosi e 100 seconde dosi. Poi abbiamo anche la possibilità di vaccinare con AstraZeneca il venerdì pomeriggio 33 persone e il sabato mattina 44 persone. Le notizie messe in giro riguardo la volontà di chiudere il centro di Scicli sono pretestuose, false e tendenziose. Se poi qualcuno vorrebbe che si creassero gli Hub vaccinali anche nei piccoli Comuni, dico che non è possibile, perché gli slot di Scicli e di Comiso (ad esempio) sono vuoti, cioè a dire: noi fino a martedì abbiamo vaccinato fino a 120 persone a Scicli, su una potenzialità di 184 dosi Pfizer. Ieri abbiamo fatto delle simulazioni e posso assicurare che abbiamo degli slot vuoti. È inutile quindi che qualcuno dica di aumentare il numero delle persone da vaccinare, perché non c’è la domanda».

Campagna a domicilio a rilento, ancora 7700 ultraottantenni da vaccinare

Il direttore sanitario non nasconde, tutta via, che la campagna vaccinale a domicilio stia andando a rilento. Per tale motivo in questi giorni, presso gli Hub della provincia, sta incontrando i Medici di Medicina Generale, per cercare di dare uno slancio alla campagna vaccinale. D’altronde, l’attività dei medici di famiglia, riguardo le vaccinazioni, non è ancora decollata, basti pensare che nella giornata di martedì, su un totale di 2190 vaccini somministrati, dai MMG ne sono stati somministrati solo 130. «In provincia – spiega Elia – vi sono ancora 7700 persone ultraottantenni da vaccinare a domicilio, serve una scossa». Ai medici di famiglia, tra l’altro, saranno date anche le dosi del Johnson & Jhonson dopo il via libera dato martedì scorso dall’assessorato alla Salute. «Con queste dosi – commenta Elia – chiederemo di vaccinare i Caregiver».

I numeri della campagna vaccinale a Ragusa

Luci e ombre, insomma, di una campagna vaccinale che negli ultimi giorni aveva subito una battuta d’arresto a causa della carenza delle dosi Pfizer. Preoccupati da questa carenza, martedì, dall’Asp avevano richiesto una fornitura extra di 1134 dosi arrivate dall’Azienda sanitaria di Sciacca. Ieri però, presso la Farmacia del Giovanni Paolo II, sono arrivate altre 11 mila dosi Pfizer, quindi per tutta la settimana la copertura c’è. Per chiudere con l’andamento della campagna vaccinale, a Ragusa martedì, si è chiuso con 2190 vaccinazioni: 169 con AstraZeneca (sempre il meno richiesto), 702 Moderna e 1319 Pfizer. In questo modo si è arrivati, in provincia di Ragusa, in totale, a 94160 vaccinazioni. Un altro dato interessante è che circa il 6 percento dei vaccinati arriva da fuori provincia e, poco oltre 500 dosi, sono state invece somministrate a persone provenienti da altre Regioni

Crlr

 

RIMANI INFORMATO, SEGUICI SU FACEBOOK

RIVEDI LA NOSTRA LIVE SUI VACCINI:

Vaccini Astrazeneca: via libera dell’EMA…ma non mancano le preoccupazioni

 

Covid, prevenzione e cura: è possibile?

 

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button