Ialmo NewsNewsTrapani

A Campobello di Mazara le celebrazioni per la Festa dell’Albero

Evento simbolico della giornata la piantumazione di piantine nelle aiuole del plesso scolastico "Edmondo de Amicis", portate dall'Ispettore Messana e donate dal vivaio Forestale di Ribera

(30 novembre 2020)

La festa dell’albero è una delle più annose cerimonie in ambito forestale: nasce con gli antichi romani e la prima data di celebrazione ufficiale risale al 1872. Quell’anno forti inondazioni causarono disastrosi disboscamenti in alcuni stati del Nord America, per questo motivo il Governatore del Nebraska, Sterling Morton, pensò di dedicare un giorno all’anno alla piantumazione di alberi per innescare una coscienza ecologica nella popolazione e per accrescere, anche, il patrimonio forestale del proprio paese che aveva subito danni così ingenti.  Quel giorno divenne una ricorrenza e porta il nome di Arbor day. La sua risonanza giunse anche in Europa, dove trovò molti estimatori che diffusero l’iniziativa. In Italia la prima “Festa dell’albero” fu celebrata il 21 novembre, che si istituì come data celebrativa, del 1898 per iniziativa dallo statista Guido Baccelli, quell’anno in carica come Ministro della Pubblica Istruzione.

L’I.C “Pirandello San Giovanni Bosco” di Campobello di Mazara, in occasione della “Giornata Nazionale della festa dell’albero”, che ricorre il 21 ha organizzato presso il plesso “Edmondo de Amicis” attività didattiche volte a celebrare l’evento e a ricordarci l’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per l’ambiente. Una giornata vissuta con grande partecipazione dai ragazzi dell’Istituto i quali hanno onorato, in un periodo storico così complesso e di coercizione forzata nelle mura domestiche, l’elemento per antonomasia più evocativo della natura: l’albero. Si sono esibiti in danze, filastrocche e poesie, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza in risposta all’emergenza covid-19. Diversi gli interventi di spicco: la Dirigente scolastica Prf.ssa Giulia Flavio, referente della manifestazione la Prof.essa Antonella Ognibene, il Sindaco Giuseppe Castiglione, il Vicesindaco Antonina Moceri, il Comandante dei Vigili urbani Giuliano Panierino e tre Ispettori Superiori del Corpo Forestale della Regione Siciliana: Francesco Messana Ispettore in quiescenza Agrigento, l’Isp.Caracci del distaccamento F/le di Castelvetrano e l’Isp.Triolo di Sambuca di Sicilia.

Evento simbolico della giornata la piantumazione di piantine nelle aiuole della struttura scolastica, portate dall’Isp Messana e donate dal vivaio Forestale di Ribera per volontà del Dirigente del Dipartimento Reg. dello Sviluppo Rurale e Territoriale di Agrigento, dott. Bartolomeo Scibetta, come segno visibile di un momento educativo e con l’auspicio che possano donare i loro frutti domani. La manifestazione è stata anche occasione di apprendimento, oltre che di celebrazione: l’attività di informazione e formazione è stata svolta dall’Ispettore Superiore in quiescenza F. Messana, che ha tenuto, lezioni in video-conferenza di educazione ambientale agli alunni. Con l’ausilio di slides ha mostrato il patrimonio boschivo locale, ponendo particolare enfasi sul ruolo fondamentale degli alberi e sul compito di salvaguardia dei boschi, svolto da sempre, da parte del Corpo Forestale. Una manifestazione ben riuscita, motivo di orgoglio e speranza per queste giovani menti.

La reiterazione di occasioni simili di apprendimento e partecipazione attiva hanno in sé un potenziale illimitato per forgiare le coscienze e acquisire la consapevolezza che le nostre azioni, anche le più piccole, hanno un valore nella custodia dell’ambiente, la nostra casa, purtroppo oggi sempre più vulnerabile.

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button