Comune di Castelvetrano

Territorio

A pochi chilometri dal Parco Archeologico di Selinunte, Castelvetrano si erge sulle pendici di un colle, incastonato tra le vallate dei fiumi Delia, Belice e Modione.

Il tratto della costa compreso nel suo territorio fa parte della Riserva Naturale della Foce del Fiume Belice e Dune Limitrofe, istituita nel 1984. È la parte litoranea denominata “africana”, caratterizzata da dune di sabbia finissima alte fino a sei metri che si spingono nell’entroterra per quasi cento metri; uno spettacolo della natura che offre agli occhi incantati del visitatore paesaggi unici e differenti quanto lo è la vegetazione del luogo. Castelvetrano è circondata da immensi uliveti, ma nelle vicinanze dell’estuario il paesaggio muta fisionomia con la presenza preponderante di erbe acquatiche, tipiche dei consueti fenomeni di inondazione dell’area: la cannuccia palustre, i cespugli di giunco pungente, la liscia maggiore, l’equiseto e la menta d’acqua. In prossimità della costa, poi, si trovano ancora altre specie di flora: l’erba medica marina, la calcatreppola marittima, il giglio marino ed il finocchio litorale spinoso, nonché, sulle rocce che lambiscono le spiagge, ulteriori piante arbustive: la palma nana, il lentisco, l’euforbia e l’olivastro.

  • Regione Sicilia
  • Area Amm. TP
  • Abitanti 31.806
  • Coordinate 37°41’00” N
  • Coordinate 12°47’33” E
  • Altitudine 187 m s.l.m
  • Superficie 209,76 km²
  • Densità 152 ab/km²
  • CAP 91022
  • Prefisso tel. 0924

IDENTITA'

Storia e tesori del territorio. Informazioni dettagliate sul comune, le sue risorse ed i personaggi che ne hanno fatto la storia. PER SAPERNE DI PIU'

Istantanee

Voce del Territorio

14 anni senza Denise, i genitori: “I bambini non spariscono nel nulla. Rimaniamo in attesa”

Il giorno della scomparsa, Denise Pipitone non aveva ancora quattro anni e quella mattina stava giocando davanti alla porta di casa quando, intorno a mezzogiorno, è letteralmente svanita nel nulla

Diventa milionario ad aprile e se ne accorge solo adesso: succede nel trapanese

Nella schedina del superenalotto da 3 euro, i numeri erano stati azzeccati e 2,5 milioni di euro attendevano solo di essere incassati

Back to top button
Close
Close