Ialmo NewsNewsRagusa

Ragusa, “è stato un inverno tutt’altro che piovoso: no agli sprechi idrici”

Ecco le raccomandazioni del sindaco Cassì

(11 maggio 2021 – sprechi – acqua – Ragusa)

In alcune zone di Ragusa, già nel mese di maggio, sono cresciuti i consumi di acqua potabile e si registrano carenze nel servizio di approvvigionamento idrico. Il sindaco Cassì per questo motivo invita la cittadinanza ad evitare gli sprechi del prezioso liquido. “E’ stato un inverno tutt’altro che piovoso – spiega il primo cittadino – e già a maggio alcune zone della città cominciano a patire carenze idriche. E’ quindi importante evitare sprechi sia nelle aree soggette a disagi, sia da parte di chi risiede in zone dove il problema non è avvertito perché più vicine ai punti di approvvigionamento. La rete idrica, infatti, è la stessa: se chi è più vicino ai serbatoi consuma di più, chi è più distante avrà inevitabilmente meno acqua; un fatto di cui normalmente non si ha percezione. In momenti di siccità, però, proprio i comportamenti “superficiali” di chi non percepisce criticità incidono sulla disponibilità idrica nelle aree all’altro capo della condotta”.

“Condivido allora con voi alcune semplici raccomandazioni per evitare sprechi e risparmiare:
1.Chiudere i rubinetti mentre ci si lava i denti o ci si rade: questa semplice accortezza permette di risparmiare 6 litri d’acqua ogni minuto.
2.Utilizzare lavatrici e lavastoviglie a pieno carico, così facendo una famiglia di 3 persone può ridurre i consumi d’acqua di circa 8200 litri all’anno, risparmiando elettricità.
3.Lavare l’automobile usando il secchio e non l’acqua corrente a getto permette di risparmiare circa 130 litri d’acqua potabile per ogni lavaggio.
4.Innaffiare le piante alla sera: l’acqua evapora più lentamente e penetra più in profondità nel terreno.
5.Utilizzare sistemi di irrigazione a goccia anziché a pioggia, accorgimento che permette di risparmiare dal 40 al 70 per cento di acqua”.

LEGGI ANCHE: Screening Ragusa, i risultati del 10 maggio

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button