Ialmo NewsNewsSiciliaTrapani

Pescatori sequestrati in Libia, dopo il rilascio arriva una multa di 2 mila euro

Oltre il danno anche la beffa

(20 gennaio 2021)

L’armatore dell’Antartide, uno dei due pescherecci sequestrati per 108 giorni in Libia, ha ricevuto una multa di 2 mila euro dalla Capitaneria di Mazara del Vallo. Questo perché su 12 giorni di fermo biologico, effettuati nel 2019, ne ha comunicati nove. Basterebbe comunicare gli ultimi tre, ma i dati, come altre informazioni, sono contenuti nel ‘logbook’ elettronico, strumento di bordo rubato assieme ad altri apparati quando il peschereccio era sotto sequestro in Libia. La multa è di 2.010,65 euro.

Nel verbale notificato dalla Capitaneria si legge: “Nello specifico venivano effettuate, a fronte di 12 giornate di arresto temporaneo obbligatorio aggiuntivo soltanto 9 giornate utili al fine del conteggio annuale. Con tale condotta illecita – c’è scritto nel verbale – l’unità di pesca ha di fatto esercitato la propria attività di pesca in periodi non consentiti dalla vigente normativa del settore”. 

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button