Ialmo NewsNewsRagusa

Arriva il Natale e a Ragusa chiudono gli uffici del settore tributi. Il M5S chiede spiegazioni

"Non ci sarebbe nulla di straordinario, a maggior ragione perché la chiusura è stata motivata con l’effettuazione di lavori urgenti, se la stessa chiusura, in date pressoché analoghe, non si fosse registrata lo scorso anno"

(14 dicembre 2019)

“Ci risiamo. Gli uffici del settore Tributi, una delle attività comunali cruciali per garantire risposte di un certo tipo ai cittadini contribuenti, rimarranno chiusi dal 19 dicembre sino al 7 gennaio. Non ci sarebbe nulla di straordinario, a maggior ragione perché la chiusura è stata motivata con l’effettuazione di lavori urgenti, se la stessa chiusura, in date pressoché analoghe, non si fosse registrata lo scorso anno. E, in quel caso, giova ricordarlo, interessò anche gli uffici della polizia municipale”. E’ il gruppo consiliare M5S Ragusa a rilevarlo, sottolineando la necessità che l’amministrazione comunale faccia chiarezza sull’aspetto in questione.

“Se sono stati programmati dei lavori urgenti e straordinariaffermano i consiglieri pentastellatiallora l’amministrazione ci potrà fornire tutte le indicazioni sull’affidamento delle opere in questione che garantiscano adeguato fondamento alla chiusura. Non ci piace fare dietrologia. Ma certo si tratta di una curiosa coincidenza. Per cui sarebbe bene sgombrare il campo da ogni equivoco eventualmente insorgente. Ecco perché ci rivolgiamo a chi, in seno a palazzo dell’Aquila, ha le competenze necessarie per cercare di fornirci tutte le informazioni del caso. Siamo parlando, d’altronde, di un ambito molto delicato come quello legato al settore dei Tributi in cui l’attenzione per il cittadino deve essere, se possibile, al di sopra del normale. Per cui non è assolutamente comprensibile la ragione per cui, da prima di Natale sino a dopo le feste, questi uffici, anche quest’anno, rimarranno chiusi. E’ indispensabile non solo una ragione plausibile ma anche, alla luce di quanto accaduto lo scorso anno, ben documentata”.

Comunicato stampa

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close