Ialmo NewsNewsRagusa

Modica, strisce blu: “servizio più costoso e con una serie di limitazioni”

La mozione del M5S, M2038 e PD per apportare modifiche all’attuale gestione

(19 giugno 2021 – Modica – strisce blu)

La nuova gestione dei parcheggi sulle strisce blu a Modica ha già provocato, a detta dei consiglieri di minoranza, “parecchi malumori tra i cittadini che si sono visti imporre il nuovo servizio molto più costoso e con una serie di limitazioni in più rispetto alla vecchia gestione”. Tant’è che l’Amministrazione Comunale, pare sia stata costretta ad apportare alcune modifiche all’appalto iniziale con la nuova società di gestione, piccole modifiche a dire il vero e che non soddisfano la cittadinanza poiché sono ancora tanti i problemi irrisolti, come il costo, tra l’altro improponibile, degli abbonamenti mensili per i residenti pari a € 50, o gli esigui 30 minuti di tolleranza previsti per il parcheggio dei disabili fuori dagli spazi consentiti.

Nessuna esenzione sulle strisce blu, inoltre, è stata prevista per i possessori di veicoli meno inquinanti e cioè tutti quei veicoli che producono emissioni di anidride carbonica non superiori a 90 g/km.

Per tali motivazioni, nei giorni scorsi, i Gruppi Consiliari di M5S, PD e Modica 2038, hanno presentato una mozione da discutere in Consiglio Comunale, avente ad oggetto “modifiche alla nuova gestione degli stalli di sosta a pagamento”.

Nell’atto consiliare, a firma dei consiglieri comunali, Filippo Agosta, Ivana Castello, Marcello Medica, Enrico Morana e Giovanni Spadaro, si rileva che la nuova gestione dei parcheggi sulle strisce blu a pagamento, entrata in vigore lo scorso 24 maggio, prevede anche l’utilizzo del parcheggio multipiano di viale Medaglie d’Oro e un servizio gratuito di bus navetta; che la gestione dei parcheggi a pagamento non può avere come unico fine quello di apportare beneficio economico alla società di gestione, bensì di garantire prima di tutto un servizio efficiente ed economico alla cittadinanza; e che un ulteriore scopo di tale gestione dovrebbe essere quello di rendere, più ordinata la viabilità cittadina e meno congestionato e quindi meno inquinato e più vivibile il centro storico, anche attraverso l’esenzione dal pagamento dei parcheggi ai possessori dei veicoli meno inquinanti e cioè tutti quei veicoli che producono emissioni di anidride carbonica non superiori a 90 g/km. A tal riguardo – si evidenzia ancora nella mozione – l’Amministrazione Comunale, negli ultimi anni, ha dotato la città di svariate colonnine per la ricarica di auto elettriche, perciò, dovrebbe essere una logica conseguenza l’azione comunale di incoraggiare le persone verso la mobilità elettrica e ibrida con ogni mezzo a sua disposizione.

Pertanto, con la mozione, i suddetti consiglieri, chiedono che il Consiglio Comunale impegni il Sindaco e la Giunta Comunale a mettere in atto le iniziative più idonee affinché vengano attuati:

  1. l’abolizione totale del costo di € 50,00 dell’abbonamento per il parcheggio dei residenti del centro storico nelle strisce blu, così da agevolare chi vi abita già e invogliare chi non vi abita a trasferirvisi, favorendone il ripopolamento;
  2. l’utilizzo del parcheggio multipiano di viale Medaglie d’Oro e il servizio di bus navetta così come previsto dal contratto di appalto con la nuova società di gestione;
  3. l’eliminazione di ogni limite per i disabili che devono avere la possibilità di poter parcheggiare ovunque gratuitamente;
  4. il ripristino delle vecchie fasce orarie ordinarie antimeridiane e pomeridiane, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00 al posto delle nuove, dalle ore 08.30 alle ore 13.30 e dalle ore 16.00 alle ore 21.00;
  5. il parcheggio completamente gratuito, sugli stalli di sosta a pagamento presenti sul territorio comunale, di tutti i veicoli meno inquinanti e cioè tutti quei veicoli che producono emissioni di anidride carbonica non superiori a 90 g/km.

Gli estensori della mozione, chiedendo l’iscrizione della mozione all’O.d.g. del primo Consiglio Comunale utile, auspicano che le modifiche proposte vengano accolte, in primis dall’intero Civico Consesso e conseguentemente dalla Giunta Comunale, affinché si venga incontro alle legittime e giuste esigenze dei cittadini, a iniziare da quelli più deboli.

LEGGI ANCHE: Modica, l’ospedale Maggiore sarà dedicato a Nino Baglieri

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button