Ialmo NewsNewsRagusa

Lago di Santa Rosalia: approvato in Consiglio comunale un odg di Firrincieli per la riqualificazione

Il neo capogruppo del M5S dichiara: "Nonostante l’incuria, la bellezza dell’invaso riesce ad attrarre numerosi visitatori, ma lo stato di abbandono degli ultimi anni scoraggia l’eventuale possibile incremento di flussi turistici in questa stessa area"

(25 settembre 2019)

Con tredici sì, un voto contrario e due astenuti, è stato approvato, ieri sera, in Consiglio comunale un odg sulla riqualificazione del lago di Santa Rosalia presentato dal neo capogruppo del M55, Sergio Firrincieli. L’odg prende spunto dalla considerazione che l’area di coronamento del lago in questione, sebbene sia di una bellezza naturalistica straordinaria, perfettamente incorniciata nel panorama locale, versa in uno stato di totale abbandono. “Nonostante l’incuria, – chiarisce Firrincieli – la bellezza dell’invaso riesce ad attrarre numerosi visitatori, ma lo stato di abbandono degli ultimi anni scoraggia l’eventuale possibile incremento di flussi turistici in questa stessa area. La mancanza di controlli e di senso civico fanno sì che rifiuti di vario tipo la facciano da padrone, soprattutto nella zona ricadente nell’invaso del troppo pieno delle zone denominate Formica, Cavagria e Bafarano. Stiamo parlando, tra l’altro, di un luogo dove sarebbe possibile effettuare attività di vario tipo come: pesca, canottaggio, noleggio barche a remi, campeggio montano, turismo itinerante, individuando aree attrezzate per relax e barbecue oltre a percorsi di mountain bike; e ancora, passeggiate a cavallo; footing. L’area in questione potrebbe essere adattata, per gli utilizzi di cui stiamo dicendo, con la creazione di un parco denominato Parco di Santa Rosalia”.

Sergio Firrincieli, capogruppo del M5S al Consiglio comunale di Ragusa

“Ecco perchéaggiunge Firrincielicon l’odg si impegna l’amministrazione a indirizzare alla Regione una specifica istanza per attivarsi al fine di provvedere a un deciso miglioramento della gestione e della fruizione dell’intera area, mediante l’istituzione di un parco naturalistico, da gestire direttamente o in alternativa affidandolo a terzi, tramite l’indizione di una manifestazione d’interesse. Di conseguenza si potrebbe pensare di provvedere con la gestione dell’area citata ad associazioni, così come a privati, per la pratica del canottaggio, per il noleggio di barche a remi, ad associazioni di campeggiatori, ad associazioni di escursionisti o di camperisti nonché a privati operanti nel settore della ristorazione. Tutto ciò con l’obiettivo di valorizzare il sito, rendendolo vivo e mantenendolo integro e pulito, creando turismo, posti di lavoro e ampliando così le opportunità di crescita per il territorio”.

Comunicato stampa

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close