In Evidenza

Signori, si vola! La continuità territoriale, a partire dalla Summer 2020, sarà realtà

Finalmente c'è il decreto. Da Comiso si volerà tutti i giorni e due volte al giorno per Roma e Milano; da Trapani, invece, su Trieste, Brindisi, Parma, Ancona, Perugia e Napoli. E i siciliani, ovviamente, avranno tariffe agevolate

(17 luglio 2019)

La continuità territoriale diventa realtà e partirà negli aeroporti di Trapani e Comiso con la Summer 2020, dato che gli oneri di servizio diventeranno obbligatori dal 29 marzo 2020.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, infatti, facendo seguito alla Conferenza di Servizi, ha firmato il decreto ministeriale per imporre gli oneri di servizio pubblico su alcune rotte da e per i due scali minori siciliani. Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito internet del Ministero. Le rotte da Comiso saranno per Roma Fiumicino e Milano Linate, quelle da Trapani per Trieste, Brindisi, Parma, Ancona, Perugia e Napoli. Il decreto prevede anche le tariffe massime da applicare per tutto l’anno su ciascuna rotta, sia per i residenti in Sicilia che per i non residenti. Per assicurare la continuità territoriale da e per gli aeroporti di Comiso e Trapani si è stimato un fabbisogno finanziario massimo complessivo di 48.373.020,30 euro, di cui 31,057 milioni di euro a carico dello Stato e 17,315 milioni a carico della Regione Siciliana, indispensabile per far fronte agli obblighi di compensazione nell’eventualità si debba procedere all’aggiudicazione del servizio per il triennio tramite gare pubbliche, per mancata presentazione di accettazione da parte di un vettore senza compensazione e senza diritti di esclusiva.

I vettori comunitari che intendono operare le rotte dovranno adesso presentare all’E.N.A.C. (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), per ogni singola rotta, l’accettazione del servizio, secondo le modalità indicate nel decreto. Nel caso in cui non pervenga alcuna accettazione, la rotta potrà essere concessa, in esclusiva e con compensazione finanziaria, per tre anni, a decorrere dal 29 marzo 2020, tramite gare pubbliche. L’E.N.A.C., una volta ricevuta le accettazioni, dovrà indire i bandi di gara, fornire tutte le informazioni e mettere a disposizione a titolo gratuito la documentazione correlata sia alle gare che agli oneri di servizio pubblico.

Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza le frequenze minime, gli orari e il numero minimo di posti per tutto l’anno, secondo le indicazioni dei seguenti schemi:

E veniamo ad un altro degli aspetti più importanti: le tariffe. Lo scopo della continuità territoriale, infatti, è proprio quello di agevolare i collegamenti con le isole, abbassando, in questo caso, i costi dei voli per i residenti in Sicilia.

Per la rotta Comiso – Roma Fiumicino e viceversa nell’ambito della stagione winter (22 settimane) il vettore individua 14 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 76,00 e 8 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 114,00. Nell’ambito della stagione summer (30 settimane) il vettore individua 14 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 76,00 e 16 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 114,00.

Per la rotta Comiso –Milano Linate e viceversa nell’ambito della stagione winter (22 settimane) il vettore individua 14 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 100,00 e 8 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 150,00. Nell’ambito della stagione summer (30 settimane) il vettore individua 14 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 100,00 e 16 settimane nel corso delle quali applicare la tariffa massima pari a € 150,00.

Sotto, invece, la tabella riepilogativa che riguarda Trapani.

Entusiasta il commento del Presidente di Soaco, la società di gestione dell’aeroporto di Comiso, Silvio Meli: “E’ un altro importantissimo passo avanti, aspettiamo ora il bando da parte dell’Enac e la validazione del progetto dalla comunità europea. Queste rotte saranno operate in esclusiva – ha aggiunto – e mentre noi voleremo su Roma due volte al giorno, e su Milano una volta al giorno. Tratte richieste a gran voce dal territorio, con il fatidico Comiso-Roma con andata e ritorno in giornata. Ora vedremo quali vettori parteciperanno in base ai requisiti richiesti, ma siamo veramente felici e soddisfatti perché finalmente siamo arrivati al nostro obiettivo, ci abbiamo lavorato tanto e sono sicuro che ci porterà flussi notevoli e quotidiani. Dopo l’estate – ha concluso – il bando sarà pubblicato ed entro l’anno aggiudicato. Questi, del resto, erano i tempi che ci eravamo prefissati col Ministero”.

Valentina Frasca

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close