In Evidenza

Rissa tra rumeni a Vittoria, spaccio tra i giovanissimi a Modica: arresti e denunce

La Polizia ha fatto luce sul caso del rumeno di 28 anni che il 24 febbraio scorso era arrivato in ospedale con ferite da taglio al torace. A Modica il cane antidroga Sky non dà tregua agli spacciatori

(2 aprile 2019)

Nel pomeriggio di sabato scorso, 30 marzo, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Ragusa nei confronti di un rumeno di 41 anni con numerosi precedenti di polizia, gravemente indiziato dei reati di rissa e lesioni personali nei confronti di un connazionale. Le indagini del Commissariato di Vittoria, coordinate dal Sostituto Procuratore dott. Santo Fornasier, erano iniziato la notte del 24 febbraio scorso, quando presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale “Guzzardi”, era stato richiesto l’intervento di una Volante della Polizia perché era giunto in ambulanza un 28enne rumeno con ferite da taglio al torace, il quale, dopo essere stato medicato dai sanitari e giudicato guaribile in 20 giorni, aveva riferito di avere subito un’aggressione da parte di un connazionale.

Secondo la versione fornita dalla vittima, durante la serata precedente, trascorsa all’interno di un noto disco-pub del posto in compagnia della sua compagna e di altri connazionali, avrebbe avuto una lite, per futili motivi, con il 41enne, sfociata poi in una vera e propria aggressione all’esterno del locale. Il racconto non ha convinto i poliziotti, i quali, a seguito di immediati e più approfonditi accertamenti, hanno ricostruito l’esatta dinamica dei fatti dai quali è emerso che non si era trattato di un’aggressione ma di una vera e propria rissa tra almeno tre persone con l’uso di armi da taglio e nel corso della quale il 28enne era rimasto ferito. La Polizia ha ora individuato tutte le persone che vi hanno preso parte e li ha denunciati alla competente autorità giudiziaria per il reato di rissa aggravata. Su richiesta della Procura della Repubblica, il 29 marzo scorso, il Tribunale di Ragusa ha emesso l’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del 41enne, ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Ed intanto, a Modica, la Polizia intensifica i controlli per frenare l’uso di sostanze stupefacenti tra i più giovani e, nell’ultimo week end, ha condotto perquisizioni a tutto campo proprio nei luoghi della movida, insieme al cane antidroga Sky. Da Piazza Campailla a Piazza Matteotti, passando per i vicoli adiacenti la Chiesa del Carmine e la Chiesa di San Pietro, ovunque sono stati trovati involucri contenenti sia hashish che marijuana in dosi già pronte allo spaccio, celate tra anfratti di muro. Chi le abbia messe lì al momento è un mistero. Arrestato un pluripregiudicato di 54 anni, mentre un ragazzo è stato segnalato all’autorità amministrativa dopo che, da un controllo effettuato ad un gruppo di giovani che stazionavano in un vicolo, sono venuti fuori diversi grammi di canapa indiana.

Valentina Frasca

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close