In Evidenza

Non solo barocco e Infiorata: la cura per l’ambiente rende Noto una metà turistica all’avanguardia

La conferma delle 4 Vele, il riconoscimento di Comune virtuoso per l’applicazione dell’ordinanza “Plastic free”, la Bandiera Verde a Vendicari per la terza volta consecutiva: questi i tre grandi traguardi raggiunti dalla città di Noto

(13 giugno 2019)

La conferma delle 4 Vele (assegnata tra i 97 comprensori turistici italiani individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell’ospitalità, integrate dalle valutazioni espresse dai Circoli locali e dall’equipaggio della Goletta Verde), il riconoscimento di Comune virtuoso per l’applicazione dell’ordinanza “Plastic free” di Legambiente e Touring Club Italiano e la conferma, per il terzo anno consecutivo, della Bandiera Verde assegnata a Vendicari quale riconoscimento (di 2000 pediatri italiani) per essere una spiaggia a misura di bambino. Tre grandi traguardi che proiettano la città di Noto nell’olimpo delle mete turistiche internazionali. Dunque, non solo barocco ed arte nella città dell’Infiorata ma anche attenzione per l’ambiente e le risorse naturali del territorio. Non a caso, la sfida alla plastica da parte dei Comuni costieri più virtuosi del Paese, è il nuovo metodo di valutazione inserito nella guida di Legambiente e Touring Club Italiano “Il mare più bello 2019”, che racchiude annualmente il meglio del mare e dei laghi in Italia. Nell’edizione odierna, presentata ieri a Roma, entrano i comuni “plastic free” che hanno attivato un’attenta politica in questo senso.

Corrado Bonfanti, sindaco di Noto

Queste realtà, – spiega Legambienteall’avanguardia nella lotta alla plastica, dimostrano come sia tanto urgente quanto possibile vietare l’uso delle stoviglie di plastica, stimolando l’utilizzo del riutilizzabile sui propri territori e anticipando i tempi prevista dalla direttiva europea sul monouso approvata a fine marzo”. Un primato che in Sicilia annovera il Comune di Noto insieme a Realmonte (Ag), Capo d’Orlando (Me), Taormina (Me), Favignana (Tp), Malfa (Me), Santa Marina Salina (Me), Lampedusa e Linosa (Ag), San Vito lo Capo (Tp), Pantelleria (Tp). “Sono molto felice di confermare uno standard molto alto di servizi, buon mare e buone spiagge, – dichiara Il sindaco di Noto Corrado Bonfanti. “È chiaro che bisogna tendere sempre al meglio, quindi le cinque vele sono una meta importante, ma vi assicuro – aggiunge – che le quattro di oggi rappresentano un grande lavoro che è stato fatto. Ricordo, inoltre, che siamo il primo comune siciliano sulla terraferma, escluse le isole, ad applicare l’ordinanza “Plastic free”. In questo momento, tutta la grande distribuzione presente nel nostro territorio non ha più in vendita prodotti in plastica non biodegradabili e per quanto riguarda l’eliminazione delle scorte stiamo arrivando anche in quel caso gradualmente alla totale eliminazione. In questo senso, faremo controlli più serrati perché l’ordinanza venga rispettata e quello che qualcuno pensa di risparmiare lo pagherà in multe”.

Quanto è importante per un comune aderire e quindi investire nella causa ambientalista? “Penso che la battaglia di Legambiente su questo fronte sia molto valida e seria, i nostri mari hanno bisogno di questa tutela, d’altronde siamo un’isola e per noi il mare è salvezza ed elemento di grande sviluppo”.

Sebastiano Venneri, responsabile Mare e Turismo Legambiente

In linea con questo pensiero il commento di Sebastiano Venneri, responsabile Mare e Turismo Legambiente:Anche quest’anno raccontiamo quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola – ha dichiarato -. Il mondo del mare, infatti, si trova a dover dare risposte all’altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria e ha messo su un bel ventaglio di proposte e iniziative: enti locali, imprenditori privati, associazioni e regioni si sono impegnati a proporre soluzioni avanzate per una vacanza amica dell’ambiente. Tante pratiche concrete sulle quali, ne siamo più che mai convinti, cominciare a cambiare le sorti del pianeta”.

La guida sul “meglio del mare e dei laghi italiani” dove trascorrere una vacanza attenta all’ambiente, all’insegna di natura e acqua pulita ma anche di eccellenze enogastronomiche e luoghi d’arte, è il frutto della storica collaborazione tra Touring Club Italiano e Legambiente.

Nadia Germano Bramante

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close