In Evidenza

Maltempo: oggi a Rosolini i funerali dell’agente penitenziario morto nel fango

Intanto la procura di Siracusa ha aperto un fascicolo d’inchiesta per capire se vi siano responsabilità per la morte dell’uomo

(28 ottobre 2019)

Si fa la conta dei danni nel Sud Est della Sicilia dopo il nubifragio che, lo scorso weekend, ha sconvolto le province di Siracusa e Ragusa e ha provocato la morte dell’agente penitenziario Giuseppe Cappello, di 52 anni. L’uomo è stato travolto da una massa di acqua e fango causata dall’esondazione del torrente Tellaro, lungo la SS 115, a Noto.  La salma dell’uomo, dopo l’ispezione cadaverica, è stata portata a casa dalla moglie Rita, 47 anni, e dai figli Corrado, 26 anni, steward in una compagnia aerea, e Giusy, 18 anni, che frequenta il liceo cittadino. I funerali dovrebbero svolgersi alle 15,30 nella Chiesa Madre di San Giuseppe a Rosolini. Intanto la procura di Siracusa ha aperto un fascicolo d’inchiesta per capire se vi siano responsabilità per la morte dell’uomo.

Nel frattempo, proseguono gli interventi della Protezione Civile. In contrada Eloro-Pizzuta è stato necessario l’intervento dei volontari con il mezzo Scam per estrarre un’automobile in panne con dentro due turisti inglesi. Ripulite da massi, detriti e fanghi anche le carreggiate delle arterie principali di collegamento in ingresso e in uscita dalla città. A Buccheri, sempre nel siracusano, si sono registrate infiltrazioni d’acqua e soffitti a rischio per il danneggiamento della copertura del Municipio, della casa del riciclo, della palestra comunale e dell’immobile dell’ex scuola media in viale Europa. Si sono aggravate le condizioni, già precarie, degli assi viari urbani, extraurbani, interpoderali e rurali, interessati lo scorso anno dall’alluvione di ottobre e non ancora finanziati dalla Regione. Smottamenti e problemi di tenuta del manto stradale anche lungo la SP5 Buccheri – S. Giovanni, la Sp 10 Buccheri – Sortino e la strada intercomunale Buccheri Ferla.

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button