In Evidenza

La messa al tempo del Coronavirus: comunione in mano e niente segno della pace

La Conferenza Episcopale Siciliana comunica le doverose misure precauzionali per tutelare la salute dei fedeli che si recano in chiesa

(26 febbraio 2020)

Vista la rapida diffusione del diffondersi del coronavirus, anche la Chiesa corre ai ripari contro i possibili rischi di contagio.

In riferimento alle disposizioni della presidenza della Conferenza Episcopale Italiana di ieri, martedì 24 febbraio, la Conferenza Episcopale Siciliana comunica le doverose misure precauzionali da attuare per la salute dei fedeli che si recano in chiesa.

A titolo cautelativo, si suggerisce di distribuire l’eucarestia sotto la specie del pane preferibilmente sulla mano dei fedeli e di evitare lo scambio della pace con un contatto fisico. Si invita, inoltre, a tenere temporaneamente le acquasantiere vuote.

Allo stato attuale non è limitata alcuna iniziativa di culto.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close