In Evidenza

E’ approdata al porto di Pozzallo la motonave con a bordo 19.192 tonnellate di grano canadese

Si tratta della nave per la quale si era registrata la dura presa di posizione dell’europarlamentare Ignazio Corrao, il quale ieri pomeriggio aveva scritto: “Sono in contatto con le autorità doganali del luogo. Basta grano tossico sulle nostre tavole"

(31 luglio 2019)

E’ approdata al porto di Pozzallo ieri sera la motonave “OCEAN CASTLE”, battente bandiera maltese, con a bordo 19.192 tonnellate circa di grano duro alla rinfusa e da scaricare. Si tratta della nave per la quale si era registrata la dura presa di posizione del Movimento Cinque Stelle, a firma dell’europarlamentare Ignazio Corrao, il quale ieri pomeriggio aveva scritto: “Sono in contatto con le autorità doganali del luogo per avere riscontro sui controlli e i risultati ma chiedo risposte ufficiali da parte della Regione Siciliana, cui ho chiesto i documenti amministrativi relativi alle importazioni di tale carico. Basta grano tossico sulle nostre tavole. Il livello di tossicità del grano d’importazione che proviene dal Canada ha livelli molto diversi rispetto agli standard del nostro Paese. Gli importatori, utilizzano tale prodotto per mischiarlo ai cereali locali per abbassare il livello di tossicità. Una pratica assolutamente deprecabile dal punto di vista della salubrità dei prodotti che finiscono sulle nostre tavole e ovviamente anche dal punto di vista economico, perché in questo modo, viene avallato il deprezzamento del prodotto locale, che invece ha caratteristiche di organolettiche e di salubrità eccellenti”.

Corrao aveva poi fatto sapere di aver depositato richiesta ufficiale di accesso agli atti ad indirizzo del Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura Dario Cartabellotta e del direttore Agenzia Dogane Monopoli siciliana, per conoscere i titoli e le note esplicative relative a tale carico di grano, ai sensi di un preciso regolamento dell’Unione Europea e l’esito di eventuali controlli in termini di verifica della quantità di glifosato. “Le istituzioni – aveva concluso – hanno il compito e il dovere preciso di tutelare la salute e l’economia dei propri concittadini”.  

Questa mattina i militari della Capitaneria di Porto di Pozzallo hanno accompagnato e seguito nel corso di tutta l’attività ispettiva di controllo i funzionari del Nucleo operativo del Corpo forestale della Regione Siciliana, del Servizio fitosanitario regionale, dell’Ispettorato centrale repressioni frodi di Palermo, della Sanità marittima di Siracusa e dell’Agenzia delle Dogane – Servizio operativo territoriale di Pozzallo, a bordo della motonave, proveniente dal porto spagnolo di Algesiras, dove aveva effettuato uno scalo tecnico per rifornimento carburante. Precedentemente era salpata dal porto di Montreal (Canada), dove aveva caricato il grano da scaricare a Pozzallo. Come per tutti gli altri carichi di prodotti agroalimentari scaricati nel porto di Pozzallo di origine extra UE, i controlli in questione riguardano sia la qualità dei prodotti alimentari da commercializzare che la correttezza e completezza della documentazione amministrativa, doganale e fiscale relativa al carico, per il successivo rilascio della certificazione fitosanitaria ed il nulla osta all’importazione per la relativa nazionalizzazione della merce.

La Capitaneria di Porto ha fornito il supporto logistico, mettendo a disposizione dei funzionari regionali intervenuti i locali del Comando, accompagnando e seguendo gli ispettori a bordo dell’unità nel corso di tutta l’attività svolta e garantendo la massima collaborazione per tutte le varie esigenze da soddisfare. I controlli sono iniziati alle 11:30 circa e sono terminati alle 14:30, con il prelievo di campioni del prodotto da parte degli Enti competenti per le successive analisi sulla qualità e caratteristiche fitosanitarie del grano trasportato.

Valentina Frasca

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close