In Evidenza

“Caso Daverio” e razzismo siciliano: ecco la lettera che Ragusa ha inviato alla Rai

Lo ha comunicato l’assessore al turismo del Comune di Ragusa, Ciccio Barone, in un post pubblicato su Facebook

(28 ottobre 2019)

“Ecco le lettera che abbiamo mandato alla Rai insieme ai diversi Comuni della nostra provincia e alle associazioni turistiche” – scrive l’assessore Ciccio Barone del Comune di Ragusa in un post su Facebook.

Spettabile RAI

Sono Francesco Barone, assessore al turismo della Città di Ragusa, che si fa interprete del sentimento di profonda delusione di tanti cittadini di tutto il territorio del sud-est della Sicilia e in particolare dello sdegno di tutti i responsabili del turismo del medesimo territorio per la spiacevole vicenda della trasmissione RAI che ha assegnato il titolo di ‘Borgo più bello d’Italia’.

Assieme a me, sottoscrivono la presente gli assessori al turismo dei Comuni di Modica, Maria Monisteri, di Comiso, Dante Di Trapani, di Scicli, Caterina Riccotti, i sindaci di Pozzallo, Roberto Ammatuna, di Santa Croce Camerina, Giovanni Barone, di Chiaramonte Gulfi, Iano Gurrieri, di Giarratana, Bartolo Giaquinta, il vicesindaco di Monterosso Almo, Concetta Giaquinta, oltre Santi Tiralosi, Presidente CNA di Ragusa, Gianluca Manenti, Presidente provinciale ConfCommercio, Rosario DiBernardo, Presidente provinciale FederAlberghi, Daniele la Rosa, Presidente Centro Commerciale Naturale di Ragusa Ibla.

Lo sconcerto non è tanto per l’esito finale della trasmissione, per quanto le percentuali del televoto sono state sovvertite dal giudizio della giuria presieduta dal critico d’arte Daverio.
In ogni caso la sconfitta è da mettere in conto e nulla si sarebbe potuto eccepire, una volta accettato il regolamento della votazione.
Ma gli sviluppi della faccenda presentano lati sconvenienti, per usare un eufemismo, per l’emittente di Stato, dal momento che anche il Presidente della Commissione Vigilanza della RAI ha sollevato dubbi sulla regolarità della trasmissione.
Apprendere che il Daverio sarebbe cittadino onorario del borgo che ha ottenuto il migliore punteggio desta molte perplessità, ma quello che più colpisce sono le dichiarazioni rilasciate alla trasmissione ‘Le IENE’ che chiedeva chiarimenti sull’accaduto.
Ritengo che ci siano elementi per rivedere ogni forma di collaborazione dell’Ente di Stato con questo soggetto che ha pronunciato parole e esternato tesi sulla Sicilia ai limiti della querela.
Non sono qui a chiedere che sia rivisto il risultato della votazione che ha assegnato il titolo, ma ci aspetteremmo un adeguato ristoro per il danno subito a causa delle evidenti ombre che sono state poste dalla presenza di Daverio a capo della giuria.
Non avremmo avuto elementi per protestare se le successive dichiarazioni del Presidente della Giuria, lesive e offensive dell’immagine della Sicilia tutta, non avessero acclarato le profonde riserve avanzate da più parti.
Nell’esprimere lo sdegno per quanto accaduto, si spera di ottenere un adeguato e atteso riscontro alla presente, in assenza del quale mi troverò costretto coinvolgere tutti gli assessori al turismo del territorio per una adeguata forma di protesta per quanto accaduto.
La Sicilia è una terra apprezzata da molti, popolata da gente ospitale, laboriosa, che supplisce con il duro lavoro e con le tante eccellenze del territorio, umane, materiali e immateriali, alla atavica emarginazione alla quale è stata condannata nel corso degli ultimi secoli.
Numerose trasmissioni hanno messo in risalto le peculiarità, le bellezze e le eccellenze della Sicilia, e lo hanno fatto in maniera egregia, quelle che avventatamente hanno messo in risalto aspetti negativi, che pure esistono, hanno fatto finta di dimenticare che fenomeni malavitosi, di corruzione e, più in generale negativi, esistono dappertutto in Italia, anche in forme peggiori, dal Piemonte al Veneto, da Milano a Reggio Calabria per non parlare della Capitale, teatro di vicende che nemmeno in Sicilia accadono.
Per quanto esposto, si attende riscontro alla presente e si auspica che i destinatari della presente riescano a far programmare adeguati spazi sulle reti nazionali per rimediare, in qualche modo, allo spiacevole episodio.
Saluti
Francesco Barone
Assessore al Turismo della Città di Ragusa
Maria Monisteri
Assesore al Turismo della città di Modica
Dante Di Trapani
Assessore al Turismo della Città di Comiso
Caterina Ricotti
Assessore al Turismo della Città di Scicli
Roberto Ammatuna
Sindaco della Città di Pozzallo
Giovenni Barone
Sindaco della Città di Santacroce Camerina
Bartolo Giaquinta
Sindaco della Città di Giarratana
Sebastiano Gurrieri
Sindaco della Città di Chiaramonte
Concetta Giaquinta
Vice Sindaco della Città di Monterosso
Gianluca Manenti
Presidente Provinciale Confcommercio Ragusa
Rosario Di Bernardo
Presidente Provinciale Federalberghi
Santi Tiralosi
Presidente CNA Ragusa
Daniele La Rosa
Presidente Centro Commerciale Naturale Ragusa Ibla

Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close