In Evidenza

Aromatiche Autore: da un secolo, la storia di una famiglia che porta sulle tavole i profumi della terra

Si tratta della prima azienda in Sicilia, con sede a Vittoria, a produrre basilico ed erbe aromatiche da mensa e da industria. Noi di Ialmo abbiamo parlato con il titolare, Giombattista Autore

(5 novembre 2019)

In un momento storico particolare, che vede tanti giovani “ritornare alla terra”, c’è chi la terra non l’ha mai abbandonata, anzi, il suo legame l’ha sempre rinnovato e mantenuto, tanto da farne una virtù familiare. Ed è per questo che oggi ci troviamo immersi nel verde, nelle campagne del vittoriese, per raccontarvi la storia di una famiglia che, da generazione in generazione, porta sulla tavole siciliane ed estere, i profumi della terra.

Vi presentiamo l’azienda agricola Aromatiche Autore: la prima azienda in Sicilia, con sede a Vittoria, a produrre basilico ed erbe aromatiche da mensa e da industria. Noi di Ialmo abbiamo parlato con il titolare, Giombattista Autore.

Una storia lunga quanto un secolo, e oltre. Raccontaci gli esordi. 

La nostra è un’azienda a conduzione familiare. Il tutto ha avuto inizio con il mio bisnonno Rosario agli inizi del 1900, poi nel 1935 il timone è passato a mio nonno Giombattista che ha proseguito con la produzione di ortaggi ed erbe aromatiche fresche, poi ha continuato mio padre Rosario nel 1963 fino al 1989, coltivando, oltre agli ortaggi, il prezzemolo e il rosmarino selvatico. Dal 1989, quando sono subentrato io, l’azienda si è ingrandita: serre più grandi e apertura ai piccoli mercati locali della provincia di Ragusa. 

Già nel 1989 qualcosa è cambiato. Nei 30 anni successivi come si è evoluta?

Nel 2010 arriva la svolta con mio figlio Rosario, appena diciottenne. Grazie a un sondaggio svolto in tutta Italia, Rosario intuisce che le persone in Italia prediligono il consumo di aromi freschi in tutti i mesi dell’anno. Quindi Aromatiche Autore inizia a produrre per le aziende del nord che in inverno non riescono a causa delle condizioni climatiche avverse. L’anno successivo, nel 2011, la superficie di produzione di basilico, da 1500 mq aumenta fino a 15000 mq e le commissioni dall’estero registrano un considerevole incremento. Cinque anni dopo, nel 2016, entra a far parte attiva dell’azienda anche l’altro mio figlio, Davide, che oggi si occupa del magazzino e della grande distribuzione siciliana. 

Quali sono le erbe che coltivate oggi?

Il nostro clima ci consente un periodo produttivo parecchio prolungato. L’azienda, comunque, si estende per circa un ettaro in pieno campo e circa 30.000 metri di serre riscaldate.Il 90% della produzione è riservato al basilico, il restante 10% è suddiviso tra le erbe aromatiche: rosmarino, origano, timo, menta, finocchietto selvatico e salvia. Con una superficie che supera i 18 ettari di coltura protetta, con una produzione di oltre 200.000 mila casse di aromi, circa 600 tonnellate di prodotto l’anno, oggi siamo fra i primi produttori e confezionatori di erbe aromatiche della Sicilia.

E per quanto riguarda i canali di commercializzazione?

Il nostro solido ed affermato rapporto con la grande distribuzione si basa sulla possibilità di fornire tutto l’anno grandi quantità di prodotti di alta qualità, rispettando sempre i cicli della natura e le loro regole, per far arrivare sulle tavole solo il meglio che la natura sa offrire. L’azienda, dal 1989, è presente con i propri prodotti nei supermercati della Sicilia tramite la GDO (grande distribuzione organizzata); al Nord Italia, invece, con i prodotti sfusi. La commercializzazione in Italia rappresenta il 75-80% della produzione; mentre il restante è destinato al mercato estero, in Paesi come Germania, Austria, Olanda e Inghilterra. 

Una continua e costante crescita, quali obiettivi avete per il futuro?

Stiamo espandendo la varietà dei nostri prodotti: abbiamo introdotto le verdure fresche, come bietola e cicoria. Inoltre ci stiamo aprendo a nuovi mercati, nei prossimi giorni, infatti, ho un appuntamento a Roma. Il tutto, quindi, potrebbe concretizzarsi in breve tempo, speriamo bene!

Claudia Trapani

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close