Ialmo News

Volete capire quanto spendere per arrivare a fine mese senza patemi? Ecco l’app di un giovane siciliano

Si chiama Moplan, e l'ha realizzata il 20enne calatino Aldo Vincenti. Se avete uno smartphone Android, basta andare su Play Store e scaricarla gratuitamente

(30 novembre 2018)

Aldo Vincenti, 20 anni, è un giovane calatino che quest’anno si diplomerà in tecnico informatico. Dal pc di casa, in sei mesi di dedizione e lavoro, tra grafica, interfaccia, ragionamenti e calcoli, ha creato un’App ribattezzata MOPLAN. Un nome che racchiude tutto, è infatti l’unione di due parole; “MO” sta per money, e “PLAN” per piano, dunque una pianificazione economica personalizzata con le proprie entrate e le previsioni di spesa, che permette all’utente di tenere sotto controllo le proprie finanze.

MOPLAN, ideata ancora solo per i dispositivi android, è facile da scaricare, gratuita, leggera (non occupa neanche due mega) semplice ed intuitiva, senza banner pubblicitari. Bastano poche informazioni, la data e l’importo del proprio guadagno, e l’app genera informazioni su quanto puoi spendere ogni giorno per avere un reddito residuo alla fine del mese, e si può anche decidere insieme a MOPLAN la percentuale dello stipendio da mettere da parte, in modo da poter arrivare tranquillamente a fine mese o all’obiettivo prefissato. Un promemoria giornaliero permette di tenere tutto sotto controllo, e, se ci sono spese impreviste, basta aggiornarle su MOPLAN per capire se e quanto ci si sta allontanando dalla propria meta.

“L’idea è nata quando mi sono trasferito a Milano – racconta Aldo – ed essendo una città molto cara, ho avvertito l’esigenza di un promemoria di spesa e di una gestione autonoma delle finanze. Creando MOPLAN, posso essere utile anche agli altri, magari a chi vuole fare un viaggio e non sa come mettere i soldi da parte in base a quello che guadagna. Il lavoro è durato mesi ed è stato complesso, soprattutto nella fase della creazione dell’algoritmo che permette di calcolare quale cifra giornaliera non sforare, ma oggi sono soddisfatto del risultato”

Registrata su Play Store, l’app ha già buone valutazioni e recensioni; molti siti, anche internazionali, l’hanno inserita nei posti più alti della classifica. Il brasiliano “Tecmundo”, ad esempio, al quarto posto tra quelle consigliate da scaricare. Aldo Vincenti, intanto, pensa già al futuro e al suo prossimo passo: l’iscrizione alla facoltà di Medicina.

Jessica Montemagno

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button