Ialmo NewsNewsSicilia

Turisti in Sicilia, Musumeci: “Nessuno starà in quarantena, ma saranno tracciati”

E per questo occorrerà verificare la provenienza, l'esistenza di eventuali casi sospetti nel nucleo familiare, indicare giorno dopo giorno la tracciabilità della presenza del turista

(1 giugno 2020)

A breve i confini non saranno così tanto marcati e il flusso di persone da una regione all’altra non sarà limitato alle sole situazioni di necessità. Ma tutto ciò comporta sicuramente dei rischi e la paura di una nuova impennata dei contagio potrebbe essere non così lontana. A tale proposito il governatore Musumeci ha voluto dire la sua, cercando di fare chiarezza sulle modalità in cui verrà gestita questa fase.

“Sappiamo che non è possibile restare rinchiusi in attesa del vaccino. Abbiamo il dovere di avviarci a una apparente normalità, ma alzando al massimo l’asticella delle norme di sicurezza, d’intesa con albergatori, ristoratori, quanti ospitano turisti…”.

Prosegue in un’intervista al Corriere della Sera: “Dio sa quanto mi senta legato ai lombardi. Mio fratello da mezzo secolo vive a due passi da Monza. Ma anche Sala sa che un protocollo di sicurezza è interesse del viaggiatore”.

Il governo regionale si affida, quindi, all’App “SiciliaSicura”, la quale prevede la verifica della provenienza, la segnalazione di casi sospetti tra i familiari della persona che arriva nell’Isola e l’indicazione quotidiana degli spostamenti. Consentirà di tracciare gli spostamenti ma per essere efficace occorrerebbe renderla obbligatoria con un’imminente ordinanza regionale.

Ecco come funzionerà:

Per prima cosa i turisti che arriveranno saranno sottoposti alla misurazione della temperatura e se durante il soggiorno dovessero insorgere eventuali sintomi riconducibili al Covid 19, sempre attraverso la App, il turista segnalerà le sue condizioni alla centrale attivata all’ospedale Bonino Pulejo di Messina. Qui gli esperti della struttura sanitaria effettueranno un primo triage a distanza e valuteranno gli interventi successivi da adottare.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close