Ialmo NewsNewsRagusa

Ragusa, protesta degli ex lavoratori del TMB Cava dei Modicani

I lavoratori non ricevono retribuzioni da dicembre 2020

(23 febbraio 2021 – protesta lavoratori)

Le organizzazioni sindacali FP-CGIL e FIADEL di Ragusa hanno indetto, per domani alle 12, un sit-in di protesta contro il mancato pagamento delle ultime due mensilità da parte dell’azienda cessante, la Impreser, che ha gestito, fino al 2 febbraio 2021, l’impianto TMB (Trattamento Meccanico Biologico) di Cava dei Modicani, ove conferiscono tutti i comuni della provincia di Ragusa. Seppur dal 3 febbraio 2021 la gestione dell’impianto sia stata affidata alla Iblue scarl, i lavoratori devono sopravvivere e necessitano delle retribuzioni che non ricevono da dicembre 2020.

“Non sono serviti i continui solleciti, inviati alla ditta uscente, da parte delle organizzazioni sindacali, quindi – affermano i segretari provinciali di FP-CGIL e FIADEL di Ragusa, Tavolino e Iabichella – procediamo alle azioni di protesta sperando che questa vertenza possa concludersi al più presto ed i lavoratori possano ricevere le retribuzioni di ben due mesi (dicembre 2020 e gennaio 2021) e le spettanze di fine rapporto”.

Mercoledì 24 febbraio, dalle ore 12 alle ore 14, i lavoratori del TMB di Cava dei Modicani protesteranno, in modo pacifico, davanti al palazzo dell’Ex Provincia di Ragusa, in Viale del Fante.

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK…

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close