Ialmo NewsNewsRagusa

La ‘Ragusa-Catania’ con soldi totalmente pubblici, finanziati 750 milioni

E' il frutto della svolta fortemente voluta dall'allora ministro dei trasporti e delle infrastrutture, Danilo Toninelli

(14 febbraio 2020)

Sul tormentato iter della Ragusa-Catania piovono soldi. Tanti soldi, 750 milioni, sufficienti a consentire la totale realizzazione dell’opera, solo con danaro pubblico. E’ il frutto della svolta fortemente voluta – nei mesi caldi dello scorso anno, quando l’ primo governo Conte era alle battute finali ma nessuno lo sapeva – dall’allora ministro dei trasporti e delle infrastrutture Danilo Toninelli il quale si batté più di tutti per la rottura dell’accordo con la Sarc (società autostrada Ragusa-Catania) di Vito Bonsignore, giudicato inaffidabile, e per il finanziamento totalmente pubblico dell’opera.

La svolta di Toninelli fu salutata con totale scetticismo da tutti, a partire da coloro che da oltre 15 anni si battono per la costruzione della nuova arteria ma che volevano che a tutti i costi venisse realizzata nell’ambito del percorso avviato da tempo con lo strumento del progetto di finanza. Toninelli fu oggetto anche di sberleffi per la sua pretesa di imboccare la nuova strada che, secondo i detrattori, avrebbe solo prodotto un contenzioso con la Sarc e un costo altissimo. Invece fu lo stesso Toninelli, prima che Salvini staccasse la spina al governo, a stipulare un’intesa con la Sarc per la sua rinuncia in cambio del rimborso delle spese del progetto già realizzato e della sua cessione all’Anas che porterà avanti l’opera per conto dello Stato.

Ora, nell’ambito dell’iter intrapreso, il successore di Toninelli nel governo Conte-due, Paola De Micheli (Pd), intervenendo ieri in Senato durante il question time e facendo il punto sulle opere finanziate e cantierabili ha citato proprio la Ragusa-Catania, precisando nel dettaglio l’entità della somma, appunto 750 milioni, assegnata all’opera.

Alla notizia plaude il deputato all’Ars del Pd, stesso partito del ministro de Micheli, Nello Dipasquale il quale era stato tra i più critici contro la ‘svolta’ di Toninelli, al punto da avere comunicato di avere presentato un esposto in Procura.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close