Ialmo NewsIn EvidenzaSiracusa

Famiglie ostaggio di spacciatori liberate dalla Polizia – VIDEO

A Siracusa intere palazzine sotto il controllo (anche con telecamere) della malavita

Palazzine chiuse e accessibili solo agli spacciatori. Siamo a Siracusa dove nella giornata di venerdì la Polizia ha condotto 3 diverse operazioni per  liberare alcune palazzine popolari che erano totalmente sotto il controllo di spacciatori e malavitosi. Nella prima operazione, gli investigatori della Squadra Mobile aretusea, sono intervenuti in uno stabile sito nella piazza dello spaccio di Via Immordini. Giunti all’ingresso, gli Agenti anno notato Orazio Breci, siracusano di 36 anni, già noto alle forze di polizia che, alla vista dei poliziotti, ha sbarrato un pesante cancello fuggendo verso il terrazzo, per poi tentare di uscire da un’altra parte del palazzo. Gli Agenti, dopo alcuni tentativi, sono riusciti a forzare il robusto portone metallico, che di fatto teneva sequestrati persino gli stessi residenti del condominio interessato e, raggiunto lo spacciatore, lo hanno in possesso di 10 grammi di cocaina, 14 grammi di marijuana e 26 grammi di hascisc, già suddivise per la vendita al minuto per un totale di 190 dosi.

Gli agenti, in ragione del cospicuo quantitativo di droga dal valore commerciale di circa 2000 euro, hanno arrestato Orazio Breci.

Il cancello è stato sequestrato e rimosso, restituendo piena libertà a tutte le persone residenti nello stabile che fino ad oggi sono state costrette a subire, nel timore di pesanti ritorsioni, l’attività di spaccio e la limitazione dello loro libertà personale.

In un secondo intervento, in Piazza San Metodio, gli Agenti della Squadra Mobile, a seguito di predisposti servizi di polizia giudiziaria, dovevano effettuare una perquisizione domiciliare in un’abitazione abusivamente occupata.

Giunti sulla soglia dell’abitazione, gli Agenti hanno notato che la casa era stata blindata con robuste chiusure ma che dall’interno proveniva della luce.

Pertanto, visto che le difese non erano valicabili con gli ordinari mezzi, gli investigatori chiedevano l’aiuto dei Vigili del Fuoco che, grazie ai loro mezzi, riuscivano a tagliare la pesante porta in acciaio.

All’interno dell’immobile i Poliziotti hanno sorpreso un ragazzo, successivamente identificato in Umberto Attardo, giovane siracusano di 21 anni e, grazie al cane poliziotto “Maui”, rinvenivano e sequestravano numerose dosi di stupefacente ed, in particolare, 18 dosi di marijuana, 27 di cocaina e 30 di hascisc.

Telecamere a presidiare l’area di spaccio

All’interno dell’abitazione, inoltre,  è stato rinvenuto vario materiale (carta alluminio, 3 bilancini di precisione) utilizzato per il confezionamento della droga e 130 euro in banconote di vario taglio, frutto dell’attività di spaccio.

Come già era successo in una precedente operazione di Polizia, gli Agenti, anche in questa circostanza, rimuovevano e sequestravano diverse telecamere e schermi/monitor che componevano un ingegnoso sistema di videosorveglianza posto a presidio dell’attività di spaccio, rimuovendo anche le difese passive dell’abitazione.

Il valore della droga sequestrata ammonta a circa 1000 euro e Attardo , su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari.

L’abitazione perquisita era stata già oggetto di altri interventi di polizia nei mesi scorsi, afferenti proprio il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti.

Infatti, come noto, la scorsa settimana, all’interno dello stesso immobile, i poliziotti avevano arrestato un altro giovane e rimosso il cancello in ferro posto nella porta di ingresso, le grate dalla finestra e sequestrato numerose telecamere ed un monitor collegato al sistema di videosorveglianza.

Un rocambolesco inseguimento

Infine, durante il servizio di controllo del territorio, Agenti delle Volanti, nella tarda serata di ieri, hanno tratto in arresto Tinè Antonino, siracusano di 28 anni, per i reati di detenzione di droga ai fini dello spaccio e di ricettazione di un motociclo rubato.

Alle ore 20.30, transitando in Via Specchi, Tinè Antonino, notata la presenza di una volante, è fuggito a bordo di una Honda SH 300. Ne scaturiva un inseguimento fino a quando Tinè ha investito un’autovettura in transito in via Accolla.

L’uomo, abbandonato il mezzo, è fuggito  a piedi ma è stato raggiunto dagli agenti in via Bonanno. Addosso al fuggitivo venivano trovati di 3,5 grammi di sostanza Hashish e presso l’abitazione dello stesso 1.5 grammi di Marijuana.

 

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close