Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

Covid Ragusa, il bollettino dell’11 settembre

Il numero dei positivi continua a scendere, ma si registra un nuovo decesso

(10 settembre 2021 – Covid Ragusa)

L’ultimo bollettino Covid sulla provincia di Ragusa, relativo alle giornate tra venerdì e sabato mattina, riporta di un nuovo decesso di persona positiva. Si tratta di un uomo di Vittoria, di 74 anni, vaccinato, ricoverato in Rianimazione al Giovanni Paolo II. Sale quindi a 348 il numero di persone residenti in provincia e risultate positive al Coronavirus decedute dall’inizio della pandemia. Per quanto riguarda i positivi, rispetto a ieri, c’è un altro calo: complessivamente sono 1.765 i positivi (ieri erano 1.864), di cui, 1.671 si trovano in isolamento domiciliare13 sono alla Rsa di Ragusa76 ricoverati e 5 in Foresteria Covid. Per quanto riguarda il numero di tamponi effettuati dall’inizio della pandemia: 187.125 i molecolari, 34.264 i sierologici, 431.339 i rapidi, per un totale di 652.728 test complessivi.

Ecco nel dettaglio i positivi al Covid in isolamento domiciliare nei vari Comuni della provincia di Ragusa, confrontati con i dati di ieri:

  • 24 Acate (=)
  • 37 Chiaramonte (-1)
  • 308 Comiso (-38)
  • 4 Giarratana (=)
  • 90 Ispica (+2)
  • 104 Modica (+4)
  • 0 Monterosso (=)
  • 49 Pozzallo (+1)
  • 255 Ragusa (-13)
  • 38 Santa Croce (-2)
  • 74 Scicli (-3)
  • 688 Vittoria (-45)

I ricoverati al Giovanni Paolo II di Ragusa sono 42, così suddivisi: 12 in Malattie Infettive; 13 in Astanteria Covid, 8 in Terapia Intensiva e 10 in Sub Intensiva. Al Guzzardi di Vittoria sono 24 i ricoverati: tutti in Area Indistinta Covid. Nove pazienti sono poi ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Maggiore di Modica. Dei ricoverati, 23 non sono residenti nel Ragusano. Inoltre rimane ancora ricoverata al Policlinico di Catania la ragazza modicana di 28 anni. I guariti ragusani salgono a 16.002.

CONFRONTA CON I DATI DI IERI

VUOI RIMANERE SEMPRE INFORMATO? SEGUICI SU FACEBOOK

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button