Ialmo NewsNewsSicilia

Covid-19, in Sicilia strage degli anziani soli. Musumeci: chiesto il necessario, ottenuto zero

In Sicilia inoltre preoccupano soprattutto i casi Messina, Villafrati, Troina

(27 marzo 2020)

In Sicilia è nettamente in crescita il numero dei casi positivi di coronavirus e nessuno è in grado di collocare in modo certo la data del picco. E il presidente della Regione Musumeci alza la voce nel chiedere più mezzi e strumenti sanitari per fronteggiare l’emergenza. “Se Roma non ci ascolta – ha dichiarato – corriamo il rischio di combattere una guerra con le fionde. Abbiamo chiesto 362 aspiratori elettrici e ce ne hanno consegnati zero. Cinquecentomila kit diagnostici, consegnati zero. Ventilatori elettrici, richiesti 416 e consegnati zero. Mascherine ffp2 e ffp3 richieste 5,2 milioni, consegnate 41.560. Mascherine chirurgiche richieste 13 milioni, consegnate 170mila. Guanti sterili richiesti 53milioni, consegnati 82mila”.

In Sicilia inoltre preoccupano soprattutto i casi Messina, Villafrati, Troina. Tre città, un minimo comune denominatore: la strage degli anziani soli. A Messina sono 28 gli anziani ospiti della casa di riposo ‘Come d’incanto’. Per tutti è stato disposto il trasferimento in ospedale. All’Oasi Maria Santissima di Troina, in provincia di Enna, le persone contagiate sono 33, di cui 20 pazienti e 13 operatori della struttura sanitaria. E si attendono ancora i risultati di altri quaranta tamponi in inviati al Policlinico di Catania. Il sindaco Fabio Venezia ha chiesto al presidente della Regione Nello Musumeci di dichiarare anche Troina “Zona rossa” come Villafrati, Agira e Salemi. E anche diversi sindaci del Messinese chiedono la stessa cosa per la città dello Stretto. E in provincia di Ragusa le organizzazioni sindacali dei pensionati Cgil, Cisl, Uil hanno lanciato l’allarme sulla necessità di controlli nelle residenze sanitarie assistenziali, case di riposo e strutture affini.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close