Ialmo NewsNewsRagusa

Abbattimento barriere architettoniche: D’Asta supporta l’associazione “Oltre l’ostacolo”

Il consigliere comunale del PD ha partecipato alla raccolta fondi per acquistare un’auto utilizzata dalla stessa associazione, per la raccolta dei tappi di plastica presso le aziende convenzionate

(29 novembre 2019)

Un piccolo contributo per un grande risultato. Il consigliere comunale Mario D’Asta ha partecipato alla raccolta fondi promossa da “Oltre l’ostacolo” per acquistare un’auto utilizzata dalla stessa associazione per la raccolta dei tappi di plastica presso le aziende convenzionate. Raccolta tappi che si traduce in risorse economiche utilizzate dall’associazione per la realizzazione di scivoli e altre piccole infrastrutture necessarie all’abbattimento delle barriere architettoniche. “Avere contribuito all’acquisto dell’autosottolinea il consigliere D’Astapercorso che è stato possibile attuare anche grazie al sostegno della concessionaria Sergio Tumino oltre che di un carrozziere e di un meccanico che hanno messo a punto la vettura, ci fornisce lo spunto per rilanciare un messaggio da rivolgere a tutte le istituzioni, da quelle locali sino a quelle europee. E cioè che occorre fare sempre molto di più per affrontare una questione di cruciale importanza quale quella dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma, soprattutto, occorre abbattere le barriere culturali, sociali, psicologiche. Sono quelle più difficili da superare. Noi diciamo che è opportuno cominciare con questi piccoli gesti anche se, naturalmente, tutti assieme potremmo fare molto di più per la creazione di una società più giusta ed equa e soprattutto più attenta alle esigenze delle fasce deboli”.

“Invitiamo tutti a dare una mano, concludea fornire la massima attenzione a queste dinamiche che, attraverso l’aggregazione, sono finalizzate a favorire il raggiungimento di risultati efficaci, sostanziali e soprattutto di notevole valore per chi ha difficoltà deambulatorie. Grazie all’associazione Oltre l’ostacolo per avermi dato l’opportunità di impegnarmi in un ambito che sento molto vicino alle corde della mia sensibilità. Spero che anche altri colleghi, e non solo, possano seguire il mio esempio”.

Comunicato stampa

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close