Ialmo NewsNewsRagusa

Alberi-cono a Ragusa, Cassì: “scelta ecologica, di sobrietà e di solidarietà”

Inoltre annuncia l'arrivo di buoni spesa, da utilizzare esclusivamente nel commercio locale, che saranno assegnati a famiglie in difficoltà

(2 dicembre 2020)

Da ieri, quando sono state installate le luminarie natalizie a Ragusa, si sono scatenati sui social i commenti più bizzarri e divertenti, ma anche lamentele e critiche, sulla scelta di alberi a forma di cono. Come abbiamo riportato poche ore fa, anche da parte dell’opposizione c’è stata la medesima reazione.

Ecco come risponde il sindaco Cassì:

“Tra le tradizioni del Natale c’è senza dubbio, immancabile, il dibattito sull’albero. Ho letto apprezzamenti, ho letto critiche (alcune anche molto divertenti) e personalmente devo dire che sicuramente la resa migliora è alla sera, come è normale che sia trattandosi di istallazioni luminose, seppur a forma di albero. L’accensione, collegata all’illuminazione pubblica, scatta intorno alle 17.00.

Come spesso accade, però, a giudicare l’estetica si rischia di perdere di vista il resto, il senso più profondo delle cose. Per un Natale inevitabilmente insolito, abbiamo fatto una scelta ecologica, di sobrietà e di solidarietà: solo 5 istallazioni luminose (4 a forma di albero in alcune piazze simbolo di Raguasa, Ibla e Marina ed alcuni fasci luminosi a San Giacomo), per dare comunque un’atmosfera natalizia alla città, ma al tempo stesso generare un risparmio che non resterà fine a se stesso.

Quest’anno la spesa per addobbi natalizi è stata infatti dimezzata rispetto all’anno scorso, quando fu già notevolmente inferiore agli anni precedenti. Le risorse risparmiate contribuiranno ad alimentare un fondo di circa 120.000 € che sarà utilizzato in “buoni commerciali”: cosa sono? Si tratta di buoni spesa, da utilizzare esclusivamente nel commercio locale, che saranno assegnati a famiglie in difficoltà. Così facendo nessuno a Ragusa dovrà rinunciare a comprare un gioco, un paio di scarpe, un libro, un piccolo regalo da mettere sotto l’albero, immettendo denaro nel mercato locale, e così dando un sostegno concreto alla nostra economia.

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button