Ialmo NewsIn EvidenzaNewsRagusa

A Pozzallo record di solidarietà: il grande cuore di Marika

La prossima estate non sarà la stessa per le persone con disabilità

(13 gennaio 2021)
Pozzallo ha la sua quinta sedia, 4 sedie job ed una sedia job walker. E l’ultima arrivata, va detto, è davvero speciale perché ha un nome e cognome: Marika Lorefice. Ciò che sta avvenendo a Pozzallo, con il progetto di Emanuele Russo – coordinatrice dell’associazione La Stele di Rosetta Autisti e Altre Meraviglie, nonché fondatrice del Circuito Solidale – ha davvero dell’incredibile. La gara di solidarietà ha subito sconfinato le mura della città marinara facendo diventare realtà ciò che solo qualche giorno prima era pura utopia. Tutto è iniziato con la raccolta fondi per acquistare una sedia Job da mettere a disposizione in un Lido pozzallese. La generosità però non ha confini e in poco tempo le sedie sono diventate 5. Grazie a sostegni più o meno grandi, la prossima estate a Pozzallo non sarà la stessa per le persone con disabilità. Ogni sedia Job è la testimonianza di quanto enorme possa essere la generosità delle persone che con il loro piccolo-grande gesto renderanno migliori le giornate dei disabili e di chi gli sta intorno. Ma l’ultima sedia, la quinta, oltre al nome ha anche un bellissimo volto, quello della solidarietà allo stato puro che prevale su tutto, anche sulla necessità: «ciao – ha scritto la sciclitana Marika Lorefice in un messaggio inviato ad Emanuele Russo – ho letto del progetto PozzHallo per le sedie job. Io ne ho una e vorrei donarla al circuito. Anche se economicamente è un periodo difficile, come per tutti, non voglio venderla ma regalarla. Così come tanti anni fa, quando ne ebbi di bisogno, tante brave persone si presero a cuore il mio problema, raccolsero il denaro necessario e mi regalarono questa sedia job, per consentirmi di poter andare al mare con la mia famiglia. Sono stati momenti di gioia anche se li ricordo in maniera annebbiata perché non stavo bene e i ricordi sono offuscati. Adesso che sto meglio è giusto che io anche possa dare il mio contributo a questa splendida iniziativa, in segno di gratitudine nei confronti di quelle brave persone che mi regalarono il sorriso che solo il mare d’estate dà e nei confronti, anche e soprattutto, del Circuito, che tanto ha fatto e fa per tutti i membri e per le famiglie che stanno attraversando momenti difficili che bussano alla porta della solidarietà”.
«Questo – dichiara Emanuela Russo – è il riciclo del cuore, la solidarietà al quadrato. Sono commossa dalla storia di Marika e dalla grande solidarietà di chi, da ogni parte della provincia, ha voluto contribuire alla causa. Per me è un sogno che si avvera, 5 sedie Job a Pozzallo … si sta lavorando già per la sesta… e chi l’avrebbe mai detto fino a poco tempo fa!!…..E siamo addirittura anche vicini alla quinta, serve solo un ultimo sforzo».
Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close