Ialmo NewsNewsRagusa

A Comiso, da domani, ci sarà il Parco della sicurezza stradale “Giocando si impara”

Sarà il più grande parco tematico presente al Centrosud e l'inaugurazione, prevista alle 10, consegue alla sottoscrizione del protocollo d'intesa siglato da vari enti e uffici in Prefettura lo scorso 15 novembre con l'obiettivo di ridurre gli incidenti

(3 maggio 2019)

Sarà inaugurato domani mattina, inizio cerimonia ore 10.00, presso un’area dell’aeroporto, il Parco della sicurezza stradale “Giocando si impara”, promosso e sostenuto dalla Prefettura Utg di Ragusa, dal Comune di Comiso, dall’Aeroporto degli Iblei Pio La Torre, dall’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, col supporto di altri enti e associazioni. Interverranno tra gli altri, il prefetto di Ragusa Filippina Cocuzza, il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari, Silvio Meli presidente di Soaco Spa, Biagio Lisa presidente provinciale Aifvs onlus. L’apertura del nuovo parco consegue alla sottoscrizione del protocollo d’intesa siglato da vari enti e uffici in Prefettura lo scorso 15 novembre e finalizzato alla prevenzione degli incidenti stradali. Tale protocollo aderisce al Piano di azione europeo relativo alla sicurezza stradale per il decennio 2011-2020 che ha l’obiettivo di dimezzare gli incidenti sulla strada.

Il parco tematico che si inaugurerà domani è rivolto soprattutto ai bambini dai due agli undici anni di età i quali potranno interagire con genitori e insegnanti. Attraverso il gioco, i fanciulli potranno apprendere le nozioni fondamentali della corretta circolazione con la conoscenza dei segnali stradali e l’utilizzo di veicoli ad hoc, elettrici e a pedali. Tale struttura, per le dimensioni e per la sua composita organizzazione, si palesa come il più grande parco tematico presente al Centrosud e, quale centro permanente di divulgazione di educazione stradale, consentirà una migliore sinergia tra le istituzioni pubbliche e l’associazionismo che, a vario titolo, si occupa del fenomeno degli incidenti stradali. “La circolazione stradale è sempre un rischio – ha dichiarato il sindaco Schembari -. E’ pertanto necessario rendere edotti soprattutto i più giovani delle norme di comportamento del codice della strada. Mai come oggi è utile che enti pubblici e agenzie educative siano presenti nel mondo dei ragazzi e dei giovani per continuare il lavoro di sensibilizzazione e conoscenza delle norme stradali perchè si vive in una realtà sempre più affollata di mezzi di locomozione. Importante è creare una sinergia con le scuole perché i giovani sono i più esposti ai rischi della circolazione stradale”.

Comunicato Stampa

Tags
Mostra altro

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close